Scala Coeli, tentata truffa su finanziamento regionale: denunciati due progettisti

I carabinieri della forestale hanno posto sotto sequestro un'area boschiva di circa 24 ettari di proprietà comunale

di Redazione
27 febbraio 2020
18:33
Condividi

I militari della stazione carabinieri forestale di Rossano coadiuvati dai colleghi della stazione di Scala Coeli hanno posto sotto sequestro un'area boscata di circa 24 ettari di proprietà comunale.

 

Il sequestro è avvenuto a seguito di un controllo in una zona denominata località “Masciarda-Catananni” nel comune di Scala Coeli oggetto di un finanziamento regionale nel settore agricolo-forestale (PSR 2014 - 2019) il cui progetto prevedeva la ricostituzione di un bosco “ceduo” danneggiato da incendio.

 

Durante diversi sopralluoghi i militari hanno accertato che la superficie in progetto e oggetto dell’erogazione del finanziamento per oltre il 50% è formata da un rimboschimento artificiale di conifere e non per come rappresentato negli elaborati progettuali caratterizzato da un bosco ceduo di latifoglie miste con presenza di piccole aree a conifere. Inoltre il bosco di latifoglie oggetto del progetto si presenta in ottimo stato vegetativo e non recava evidenze di passaggio del fuoco se non per lievi punti. Una delle particelle inserite nel progetto che sarebbero dovute essere caratterizzate dal passaggio del fuoco non risultano nel catasto incendi aggiornato dal Comune.

 

Tali caratteristiche vanno in totale contrasto con quanto previsto dall’autorizzazione regionale e quanto dichiarato negli atti dai tecnici. Inoltre la documentazione fotografica a corredo del progetto non corrisponde ai luoghi oggetto del finanziamento. Si è quindi proceduto al sequestro dell’area interessata al progetto, circa 24 ettari, e al deferimento dei due progettisti e direttori dei lavori, che a vario titolo dovranno rispondere dei reati di falso in atto pubblico, tentata truffa aggravata finalizzata a far percepire indebitamente il finanziamento pubblico a favore del comune di Scala Coeli di 145mila euro. Sono al vaglio degli investigatori le eventuali responsabilità degli amministratori in merito alla vicenda.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio