Santa Tecla, assolta l'ex sindaca di Corigliano Pasqualina Straface

L'amministratrice era accusata di associazione mafiosa, abuso d'ufficio e falso. I giudici del tribunale di Castrovillari hanno assolto l'ex prima cittadina con formula piena

di Marco  Lefosse
venerdì 19 luglio 2019
19:44
Condividi

Processo Santa Tecla, assolti perché il fatto non sussiste. Questo l’esito della sentenza dell’inchiesta partita nel 2010 e che aveva portato la commissione d’accesso e al successivo scioglimento del comune di Corigliano calabro. Nell’inchiesta erano state coinvolte nove persone tra le quali anche l’ex sindaco dell’estinto comune ausonico, Pasqualina Straface. Sulla sua testa pendeva un’accusa pesantissima di associazione mafiosa, insieme a quella di abuso d’ufficio e falso. Secondo gli inquirenti, infatti, la già prima cittadina coriglianese si sarebbe prestata alle cosche locali inserendole nei lavori di somma urgenza per il ripristino del territorio dopo l’alluvione del 2009.

 

Oggi i giudici del tribunale di Castrovillari (presidente Giusy Ferrucci con a latere Guglielmo Labonia e Chiara Miraglia) hanno emesso la sentenza decretando la totale estraneità dei fatti sia per Pasqualina Straface che per gli altri otto imputati.   

Le motivazioni della sentenza saranno depositate nelle prossime settimane. Intanto, per domani pomeriggio (sabato 20 luglio) alle 18.30 Pasqualina Straface ha convocato una conferenza stampa

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Marco  Lefosse
Giornalista
Sono Marco Lefosse, classe 1982. Giornalista pubblicista dal 2011 e Idealista nel DNA. Appena diciottenne scrivo alcuni brevi contributi sulla nuova esperienza della giovane destra calabrese per Linea, il giornale di Fiamma Tricolore diretto da Pino Rauti, e per i settimanali il Borghese e lo Stato. A gennaio del 2004 inizio a muovere i passi nei quotidiani regionali. Il mio primo “contrattino” da collaboratore lo firmo con il Quotidiano della Calabria. Nel 2006 lascio il Quotidiano e accolgo con entusiasmo l’invito dell’allora direttore de La Provincia Cosentina di  Genevieve Makaping ad entrare nella squadra della redazione ionica. Nel 2008 arriva il primo vero contratto giornalistico con Calabria Ora. Un’esperienza bellissima che ha forgiato e ben temperato la mia penna. Con onore ho lavorato, ininterrottamente fino al fallimento di questo splendido progetto editoriale nel 2014, per raccontare sempre e a tutti i costi le verità della mia città e del territorio. Parallelamente all’esperienza di Calabria Ora, nel 2011, il neo Sindaco di Rossano, Giuseppe Antoniotti, mi vuole come consulente nello staff dei collaboratori di fiducia. Nel luglio  del 2013, insieme alla collega Giusj De Luca (oggi anche mia splendida compagna di vita), fondo la CMP Agency, una giovane realtà di consulenza per la comunicazione ed il marketing. E nel gennaio 2014 proprio alla CMP è affidato il servizio di Ufficio stampa e Comunicazione istituzionale del Comune di Rossano. Ad Ottobre dello stesso anno, come consulente, seguo la campagna elettorale regionale del candidato Giuseppe Graziano. Dal 2014, chiusa la lunga parentesi dell’informazione con Calabria Ora, insieme alla nuova realtà di CMP Agency mi occupo esclusivamente di comunicazione istituzionale/commerciale e di marketing. Da Aprile 2018 fa parte della meravigliosa famiglia di LaC come corrispondente per i territori dell’alto Jonio calabrese e della neonata Corigliano-Rossano terza città della Calabria.
Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: