Santa Domenica Talao, al via il corso di primo soccorso

L'evento si terrà domenica 21 ottobre nella sede del centro di aggregazione giovanile e vedrà impegnati i componenti dell'associazione di Protezione civile

di Francesca  Lagatta
venerdì 5 ottobre 2018
13:34
87 condivisioni

Si terrà il prossimo 21 ottobre a Santa Domenica Talao, a partire dalle ore 9, presso la sede del centro aggregazione giovanile e vedrà impegnati l'associazione di protezione civile “Falchi del Pollino”del Comune di S.Domenica Talao, la “Società Italiana Anestesia Analgesica Terapia Intensiva Pediatrica" e la "Scuola Italiana Emergenze". Così è organizzata la giornata della seconda sessione del corso “BLSD/PBLSD”, ossia la rianimazione cardio polmonare adulto e pediatrico che prevede manovre di disostrusione delle vie aeree abilintante all'uso del defribrillatore. La partecipazione, aperta a tutti, prevede un costo minimo di partecipazione e garantisce il rilascio dell'attestato, del tesserino e del kit didattico. 

«La vita, - dichiara in una nota il presidente dei Falchi del Pollino Valentino Cioffi, - è un dono prezioso e imparare le pratiche di primo soccorso può essere utile non solo a chi opera già nel settore. Il nostro scopo sociale è quello di donare il nostro impegno solidale a chi ne ha bisogno e questo ambito sociale promosso va nella direzione che intendiamo percorrere per il bene della nostra comunità e della nostra gente».

 

D'altronde la cittadina di Santa Domenica Talao ha dimostrato già in passato di essere sensibile ai temi della sanità e della rianimazione. Esattamente un anno fa i volontari capeggiati da Cioffi, grazie anche al contributo dell'amministrazione comunale, avevano donato alla comunità un defibrillatore semiautomatico cardiaco. L'apposito impianto si trova in piazza, a disposizione di chiunque ne abbia bisogno in caso di emergenza. 

 

Al di là dell'utilità in sé, eventi e manifestazioni come queste servono in minima parte a colmare il vuoto abissale creato sul Tirreno cosentino da anni di gestione scellerata in ambito sanitario. Molto spesso, tuttora, gli oltre 60mila residenti della costa e dell'entroterra tirrenica sono costretti a subire notevoli ritardi nei soccorsi a causa di una rete emergenza/urgenza prima letteralmente smantellata e poi riattivata in modo inefficace e insufficiente. Il che, purtroppo, continua e far registrare danni e malumori.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Francesca  Lagatta
Giornalista
Francesca Lagatta è nata a Praia a Mare l’11 aprile del 1985. Dopo molteplici esperienze con la stampa locale, nel 2011 approda dapprima ad Hi Tech Paper del giornalista Leonardo Lasala, poi ad Alganews, il quotidiano on line diretto dal giornalista Rai Lucio Giordano. È in questo periodo che si forma come giornalista di inchiesta. Nel 2014 è nella redazione calabrese di Notìa, poi è la volta de L’Ora siamo Noi, La Provincia di Cosenza e una piccola parentesi televisiva nel programma Perfidia, al fianco della giornalista Antonella Grippo. Scrive ancora per Identità Insorgenti, L’Ora di Palermo, Echi dal Golfo, Diogene Moderno. Nel 2015 sottoscrive un contratto con l’agenzia Kika Media Press, scrive di cronaca su La Spia Press e di inchiesta su La Spia, il portale del giornalista Paolo Borrometi. Successivamente diventa inviata e addetta di Rete L’Abuso, il più grande osservatorio nazionale di crimini commessi in ambienti clericali, collabora per un breve periodo per Radio Siani e poi viene ingaggiata come corrispondente per Cronache delle Calabrie, diretto da Paolo Guzzanti. Nel giugno del 2017 fonda una agenzia pubblicitaria, la Famnews & Com, e diventa direttrice responsabile della nuova testata giornalistica calabrese di inchiesta La Lince. A gennaio 2018 i suoi articoli vengono pubblicati sul settimanale statunitense Harbor News, mentre qualche mese più tardi è il giornale italo canadese Grandangolare ad annoverarla tra i suoi collaboratori. Sulle riviste nazionali ha firmato per i settimanali Cronaca in diretta e Tutto. Dall’agosto del 2018 è corrispondente per LaC News24.   Dal luglio del 2017 compare nell’elenco nazionale dei giornalisti minacciati stilato dall’autorevole sito Ossigeno per L’informazione. Nella sua breve carriera ha già ricevuto cinque premi per le sue inchieste giornalistiche, assegnati da tre diverse regioni del sud Italia: Sicilia, Calabria e Basilicata. Si occupa in prevalenza di 'ndrangheta, sanità, massoneria, politica, pedofilia e corruzione, ma il suo tarlo è la denuncia sociale.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: