Riace, in centinaia in marcia per salutare Lucano al confine

VIDEO | Il sindaco sospeso attendeva gli ospiti della presentazione del progetto “È stato il vento” nel vicino comune di Stignano: «Non voglio elemosina ma giustizia»

di Ilario  Balì
11 maggio 2019
18:23
124 condivisioni

È stato sufficiente il semplice annuncio degli organizzatori e gli ospiti non ci hanno pensato due volte: tutti a salutare Mimmo Lucano, in attesa al confine tra Stignano e Riace. È così partita spontaneamente una marcia per omaggiare il sindaco sospeso e rinviato a giudizio nell’ambito dell’inchiesta Xenia sui progetti di accoglienza. Su Lucano infatti pende il divieto di dimora a Riace, disposto dalla magistratura.


Emozionante l’abbraccio con Dario Brunori e i Marlene Kuntz, in città per presentare la fondazione “È stato il vento”, sottoscritta da un centinaio di artisti del panorama musicale italiano. «Non voglio elemosina - ha detto Lucano davanti alla marea di manifestanti giunti da ogni parte d’Italia - ma voglio giustizia, non mi sottraggo ai processi, ma spero di ritrovare la luce e un giorno di poter tornare a casa».

 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Ilario  Balì
Giornalista

Trentatre anni, giornalista con una laurea in Scienze della Comunicazione conseguita presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università della Calabria. Sin da ragazzo il s...

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio