Reggio Calabria, Falcomatà sospende la riscossione degli affitti popolari

 «La sospensione evita i contatti con gli uffici e allevia la pressione economica a famiglie già provate», ha dichiarato il sindaco, a proposito dell'iniziativa, presa di concerto con i sindacati

17 marzo 2020
15:07
Condividi

Il Comune di Reggio Calabria sospende la riscossione dei canoni di affitto degli alloggi popolari fino al termine dell'emergenza Coronavirus. Dopo il rinvio degli avvisi di pagamento per le imposte locali, il sindaco Giuseppe Falcomatà sospende anche il pagamento degli affitti ai cittadini residenti negli alloggi popolari.

 

Solidarietà e sicurezza

La decisione va incontro alle famiglie meno abbienti del territorio comunale, e nasce dall’intesa tra l’amministrazione e alcune sigle sindacali, Sunia – Cgil e Sicet Cisl, rappresentanti di diritti degli inquilini. «La sospensione del pagamento del canone abitativo per l’edilizia sociale - ha spiegato Falcomatà - ha la duplice valenza di salvaguardare la salute dei nostri concittadini, evitando contatti presso gli uffici, e di alleviare la pressione economica delle famiglie già fortemente provate dalla sospensione di tante attività commerciali ed imprese del territorio».

 

Impegno importante

«Il nostro – ha proseguito - è un ente con rigidi vincoli economici-. I provvedimenti adottati assumono quindi un valore ancora più forte, per le ataviche difficoltà finanziarie delle casse del Comune. Gli sforzi che stiamo facendo, al momento della ripresa, chiederanno responsabilità e consapevolezza da parte di tutti», ha concluso il Sindaco, auspicando che in futuro tutti siano disponibili ad affrontare i problemi di regolarità e continuità dei pagamenti del canone.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio