Ponte Allaro, l'Anas: «Pronto a giugno». Ma i sindaci sono scettici

Stamane il sopralluogo al cantiere del viadotto lungo la statala 106. L'opera costata quasi 5 milioni di euro, ma i lavori procedono a rilento

di Ilario  Balì
3 marzo 2020
16:38
Condividi
Ponte Allaro
Ponte Allaro

Prossima fermata giugno 2020. E’ questa la deadline fissata dall’Anas per il completamento dei lavori di ricostruzione del ponte Allaro lungo la statale 106 a Caulonia Marina. L’opera, costata quasi 5 milioni di euro, è ancora un cantiere aperto da 3 anni. E gli amministratori locali, stanchi delle lungaggini stamane, a margine di un sopralluogo, hanno alzato la voce, manifestando tutte le loro perplessità.

«Da quello che vediamo – ha tuonato il presidente dell’associazione dei comuni della Locride Caterina Belcastro – restiamo scettici sul completamento dei lavori entro il 30 giugno. Personalmente – ha rimarcato - sarò convinta soltanto quando sarà aperto al traffico».

Dal canto suo l’Anas, nonostante i dubbi dei primi cittadini è sicura di riuscire ad ultimare il viadotto entro 118 giorni e predica calma. «L’impegno di Anas è costante – ha affermato il responsabile Domenico Renda – è un momento difficile per via della crisi economica che sta mettendo in ginocchio le imprese e che si ripercuote sui lavori. Stiamo cercando di dare il nostro contributo al fine di completare le opere nei tempi previsti».

Ilario  Balì
Giornalista

Trentatre anni, giornalista con una laurea in Scienze della Comunicazione conseguita presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università della Calabria. Sin da ragazzo il s...

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio