Sfrattato dal Comune ora dorme per strada

Succede a Petrizzi. L'uomo sarebbe stato allontanato da un immobile per motivi di interesse pubblico ma un'associazione continuerebbe a svolgere le sue attività lì. La denuncia di Usb e Pap Calabria

di T. B.
lunedì 30 luglio 2018
17:24
23 condivisioni

«Un uomo, invalido civile e nullatenente, aveva ottenuto nel 2013, dall’allora amministrazione comunale, la possibilità di alloggiare presso la struttura dell’Ex Asilo, a seguito dello sfratto dalla sua abitazione. Risulta quindi incomprensibile la delibera di giunta del 17 di Gennaio di quest’anno che ha intimato al proprio concittadino di liberare l’immobile per non ben specificati motivi di interesse pubblico, che però sono chiaramente smentiti dalla permanenza nella stessa struttura di un’associazione del paese al quale nulla è stato notificato».

 


A denunciare l'episodio di cui è vittima un uomo di Petrizzi che al momento è costretto a dormire per strada, sono congiuntamente Usb e Potere al Popolo Calabria. Della vicenda, spiega una nota, si è interessato sin dai primi momenti il consigliere di minoranza Giulio Santopolo «per impedire che all’uomo venisse negato il diritto all’abitare e che rischiasse di finire in mezzo ad una strada». «Nonostante ciò, e nonostante la difesa fisica dell’immobile, la giunta, dimostrandosi lontana da ogni idea di umanità, ha proceduto allo sgombero del proprio cittadino – denunciano Pap e Usb - Al di là delle voci di paese, all’uomo non è stata proposta ufficialmente alcuna soluzione abitativa alternativa, ma al contrario, l’unica altra comunicazione ufficiale ricevuta è stata l’invito a rendere dichiarazione di dimora abituale presso il Comune di Petrizzi, pur non avendo ovviamente più una dimora».

 


«Va inoltre aggiunto - precisano ancora - che il cittadino del Comune di Petrizzi, nonostante viva con una pensione di meno di 300 euro al mese, si era reso disponibile, con richiesta protocollata, a caricarsi le spese delle utenze». «Come Potere al Popolo calabrese e Usb Calabria chiediamo che l’amministrazione comunale di Petrizzi ponga riparo agli effetti pregiudizievoli reimmettendo il proprio concittadino nel possesso della porzione di immobile secondo lo stesso titolo goduto precedentemente all’emissione dell’ordinanza di sgombero ovvero individuando un bene idoneo da assegnarli nell’ambito dello stesso territorio comunale. Rileviamo inoltre che, nell’ambito del territorio del comune di Petrizzi, risulta ad oggi libero un alloggio dell’A.T.E.R.P. che ben gli potrebbe essere concesso, continuando a sussistere i requisiti della graduatoria definitiva permanente a sensi della L.R. n. 32/1996». «In ogni caso – conclude la nota - sarà nostro impegno quello di tutelare con ogni mezzo, a Petrizzi così come su tutto il territorio regionale, il diritto alla casa e alla dignità delle persone».

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

T. B.
Giornalista
Lametina, laureata in Scienze della Comunicazione con indirizzo Giornalismo alla Lumsa di Roma, Tiziana Bagnato ha sempre affiancato la carta stampata all’ambito televisivo. Dopo aver lavorato nell’emittente regionale Calabria Tv e per diversi anni per il quotidiano Calabria Ora, poi L’Ora della Calabria, è approdata nell’emittente St Television e sul quotidiano Il Garantista di cui è ancora firma. 

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: