Peculato e abuso d'ufficio. Arrestato il sindaco di Guardia Piemontese

VIDEO | L'operazione, denominata Domus,  riguarda la gestione delle procedure di assegnazione di un'abitazione di edilizia popolare. Insieme al primo cittadino, in manette anche un funzionario comunale

di Salvatore Bruno
lunedì 30 luglio 2018
07:17
153 condivisioni

Il sindaco di Guardia Piemontese, Vincenzo Rocchetti, 56 anni, ed un funzionario responsabile del settore tecnico dello stesso comune, l'ingegnere Giuseppe Caruso, sono finiti in carcere in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del tribunale di Paola Rosamaia Mesiti, su richiesta del procuratore della Repubblica Pierpaolo Bruni. Entrambi sono accusati a vario titolo, di peculato, falsità materiale e ideologica commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici, abuso d’ufficio e favoreggiamento personale. Gli arresti sono stati effettuati dai carabinieri della compagnia di Paola agli ordini del capitano Giordano Tognoni.

Altri soggetti indagati

L’operazione, denominata Domus, è scaturita da indagini aventi ad oggetto la gestione delle procedure di assegnazione di un’abitazione di edilizia popolare. In particolare, informa un comunicato, il sindaco ed il funzionario si sono resi responsabili, tra l’altro, di condotte di falso strumentali all’assegnazione indebita di alloggi. Essi inoltre, attingevano a risorse pubbliche appostate alla voce di bilancio dell’Ente destinata a Spese per opere pubbliche finanziate dalle concessioni edilizie per pagare la bonifica di locali comunali oggetto di intercettazioni ambientali disposte dalla Procura della Repubblica di Paola. Nel procedimento penale in esame risultano indagate altri soggetti, sulle cui generalità l’Ufficio di Procura mantiene il più stretto riserbo.

 

L'intervista al Procuratore di Paola Pierpaolo Bruni:

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Salvatore Bruno
Giornalista
Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche. Inviato al seguito della delegazione della Regione Calabria al festival di Sanremo del 1997, ha lavorato per un biennio nell'ufficio stampa del Comune di Cosenza e curato la comunicazione della Commissione Riforme e decentramento e della Commissione contro la 'ndrangheta del Consiglio Regionale della Calabria. Curatore del progetto culturale "Sulle orme di Ulisse", realizzato in Sicilia, è stato inoltre radiocronista delle gare di serie B del Cosenza Calcio. Ha scritto sulle pagine di diversi quotidiani locali e nazionali, tra i quali Il Mattino, Leggo e il Corriere dello Sport. Come autore musicale ha vinto il Festival del Mare di Ancona nel 1993.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: