Ore contate per gli abusivi, sgomberi imminenti per i quartieri a sud di Catanzaro

Nei prossimi giorni convocato un vertice tra Aterp e Comune per organizzare il piano di sfratti. Tra i nodi da sciogliere, la gestione e sistemazione di molti nuclei familiari senza casa 

di Luana  Costa
26 settembre 2019
06:27
10 condivisioni

Ci si avvicina a grandi passi alla vasta operazione di sgomberi che interesserà i quartieri a sud di Catanzaro. Nei mesi scorsi si sono susseguite le attività di screening dei nuclei familiari che nel corso degli anni hanno occupato abusivamente gli alloggi popolari di proprietà dell'Aterp. Da una prima ricognizione effettuata, anche all'esito dei controlli realizzati dalle forze dell'ordine, sono circa ottanta le famiglie che dovranno essere sfrattate nei quartieri di viale Isonzo, Aranceto e Germaneto.

 

L'Aterp d'intesa con l'ufficio case popolari di Palazzo De Nobili ha, infatti, eseguito accertamenti capillari per escludere quei casi in cui si sia verificata la presenza di minori, anziani, persone affette da disabilità o malattie, le quali pur risultando abusive non verranno però sgomberate. Centrale nei prossimi giorni sarà un vertice interistituzionale che metterà attorno ad un tavolo i due enti che dovranno gestire le operazioni che certamente richiederanno l'impiego di un vasto dispiegamento di forze dell'ordine per evitare disordini. Resta ancora sul tappeto l'incognita della sistemazione dei nuclei familiari sgomberati dal momento che l'amministrazioni comunale non dispone di strutture in grado di ospitare e gestire l'altissimo numero di cittadini, per lo più di etnia rom, che rimarranno senza un'abitazione. 

 

Luana Costa

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Luana  Costa
Giornalista
Laureata con il massimo dei voti in Scienze della Comunicazione e della Conoscenza all’Università degli studi della Calabria di Cosenza, già a partire dall’anno successivo dal conseguimento dalla laurea intraprende l’attività giornalistica. Risalgono alla primavera del 2012 i primi articoli pubblicati sulle colonne della pagina catanzarese della Gazzetta del Sud, testata sotto la cui ala inizia a prendere confidenza con la professione. Con il trascorrere degli anni passa dai resoconti delle conferenze stampa e dei convegni alla realizzazione di inchieste su temi specifici quali sanità, rifiuti, politica, società municipalizzate e vertenze sindacali. La collaborazione è tuttora attiva.   Nel luglio del 2015 ottiene l’abilitazione allo svolgimento della professione certificata dall'iscrizione al relativo albo regionale dei giornalisti pubblicisti. A partire da gennaio del 2016 e fino al febbraio del 2017 è stata corrispondente da Catanzaro del quotidiano online Zoom24 con sede a Vibo Valentia. Oltre ad allagare le competenze anche alla sfera della cronaca, l’esperienza è risultata utile ai fini dell’apprendimento del sistema editoriale (Wordpress) e del confezionamento di notizie indirizzate ad una realtà più immediata e dinamica qual è il web.   Nel giugno del 2016 stringe una nuova collaborazione con la casa editrice Golfarelli con sede a Bologna, che cura la pubblicazione di periodici e riviste di settore. L’attività che tuttora svolge consiste nella redazione di testi e nella preparazione di interviste capaci di far emergere realtà imprenditoriali di successo nel panorama nazionale.
Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio