Operazione Doomsday 2, case popolari “regalate” ad affiliati

É uno degli aspetti dell'indagine condotta dai carabinieri sulla cosca di 'ndrangheta dei “Rango-Zingari” che stamattina ha portato all'esecuzione di 18 ordinanze di custodia cautelare

di Redazione
giovedì 10 novembre 2016
13:22
Condividi

Case popolari sottratte con la violenza e la prevaricazione ai legittimi assegnatari, approfittando magari di un loro periodo di assenza, e "regalate" ad affiliati che poi le occupavano in pianta stabile con le loro famiglie contando sul potere d'intimidazione nei confronti di quanti avevano il diritto di utilizzarle legittimamente.

 

I NOMI E LE FOTO | Cosenza, azzerati i vertici della cosca Rango-Zingari: 18 arresti

 

É uno degli aspetti dell'indagine "Doomsday 2" dei carabinieri del Reparto operativo del Comando provinciale di Cosenza sulla cosca di 'ndrangheta dei "Rango-Zingari" che stamattina ha portato all'esecuzione di 18 ordinanze di custodia cautelare emesse dal Gip distrettuale di Catanzaro su richiesta della Dda.   

 

IL COMMENTO DI ALFANO | «Un altro duro colpo alla ‘ndrangheta»

 

Sette dei provvedimenti restrittivi sono stati notificati a persone già detenute in carcere ed altri otto a presunti affiliati alla cosca che si trovavano agli arresti domiciliari e per i quali é stata disposta la traduzione in carcere. Tre, infine, le ordinanze di custodia cautelare che sono state eseguite con l'arresto dei destinatari, che sono stati portati anche loro in carcere.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream