Catanzaro, omicidio Gentile: disposta una nuova perizia su Sia

Il giovane è stato condannato in primo grado a 17 anni di reclusione. Il 28 novembre è stata fissata la data d’inizio delle operazioni peritali

di Luana  Costa
lunedì 20 novembre 2017
21:13
Condividi

È stata celebrata oggi la prima udienza dinnanzi alla Corte d’Assise d’Appello di Catanzaro del processo che si sta svolgendo a carico di Nicolas Sia, condannato in primo grado dal Gup di Catanzaro a 17 anni di reclusione per l’omicidio di Marco Gentile. Il giovane era stato accoltellato al collo e alla spalla la sera del 24 ottobre del 2015 e grazie alle dichiarazioni rese dai testimoni gli inquirenti avevano subito stretto il cerchio attorno a Nicolas Sia.

 

La perizia

La Corte ha disposto una nuova perizia psichiatrica sulla capacità di intendere e di volere, sulla capacità di stare in giudizio e sulla pericolosità sociale del giovane Nicolas Sia ritenendo quella espletata in primo grado insufficiente. È stato pertanto conferito incarico peritale ai dottori Paterniti e Tanini di Firenze, i quali il 28 novembre sottoporranno a visita l’imputato attualmente detenuto preso la casa circondariale di Castrovillari.

 

Il collegio difensivo

A rappresentare le parti civili, il collegio difensivo rappresentato dagli avvocati Antonio Ludovico, Arturo Bova, Antonio Lomonaco e Giusy Ludovico. La prossima udienza è fissata per il 26 febbraio.

 

l.c.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Luana  Costa
Giornalista
Laureata con il massimo dei voti in Scienze della Comunicazione e della Conoscenza all’Università degli studi della Calabria di Cosenza, già a partire dall’anno successivo dal conseguimento dalla laurea intraprende l’attività giornalistica. Risalgono alla primavera del 2012 i primi articoli pubblicati sulle colonne della pagina catanzarese della Gazzetta del Sud, testata sotto la cui ala inizia a prendere confidenza con la professione. Con il trascorrere degli anni passa dai resoconti delle conferenze stampa e dei convegni alla realizzazione di inchieste su temi specifici quali sanità, rifiuti, politica, società municipalizzate e vertenze sindacali. La collaborazione è tuttora attiva.   Nel luglio del 2015 ottiene l’abilitazione allo svolgimento della professione certificata dall'iscrizione al relativo albo regionale dei giornalisti pubblicisti. A partire da gennaio del 2016 e fino al febbraio del 2017 è stata corrispondente da Catanzaro del quotidiano online Zoom24 con sede a Vibo Valentia. Oltre ad allagare le competenze anche alla sfera della cronaca, l’esperienza è risultata utile ai fini dell’apprendimento del sistema editoriale (Wordpress) e del confezionamento di notizie indirizzate ad una realtà più immediata e dinamica qual è il web.   Nel giugno del 2016 stringe una nuova collaborazione con la casa editrice Golfarelli con sede a Bologna, che cura la pubblicazione di periodici e riviste di settore. L’attività che tuttora svolge consiste nella redazione di testi e nella preparazione di interviste capaci di far emergere realtà imprenditoriali di successo nel panorama nazionale.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: