Omicidio a Diamante, sul web minacce e insulti al presunto killer

Sulla bacheca Facebook del 19enne che si è costituito nel carcere di Secondigliano le reazioni di decine di utenti. Intanto gli inquirenti sono sulle tracce di altre tre persone che avrebbero avuto un ruolo nella vicenda

di Redazione
27 agosto 2018
14:21
6 condivisioni

"Al rogo criminale", "Io ti vorrei scippare il cuore", "Si nu muort ca cammina", "Assassino": frasi come queste si leggono stamattina sul profilo Facebook di Francesco Schiattarelli, il diciannovenne che si è costituito ieri sera nel carcere di Secondigliano, a Napoli, per l'omicidio di Francesco Augieri, avvenuto a Diamante il 22 agosto scorso.

Il giovane, già noto alle forze dell'ordine per alcuni furti, mostra fotografie in cui si atteggia a duro ed immagini di attori con armi. La diffusione del suo nome, ad opera di alcuni siti web d'informazione, sta scatenando la reazione di diverse persone. Intanto si apprende che i carabinieri sarebbero sulle tracce di altre tre persone, sempre di origini campane, che avrebbero avuto un ruolo nella vicenda.

 

LEGGI ANCHE:

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio