Strada dell'Angitolano più pulita, sporcaccioni incastrati dalle fototrappole

Attività straordinaria sulla ex statale 110 che circonda l'Oasi. Interventi disposti dal Parco regionale delle Serre di concerto con sindaci, Provincia e Anas 

di Agostino Pantano
9 ottobre 2019
18:35
22 condivisioni

Sindaci, operai, volontari, insieme al commissario del Parco regionale delle Serre, Giuseppe Pellegrino, per una mattinata ecologica straordinaria.

Appuntamento lungo la ex ss 110, una strada che circonda l’oasi dell’Angitola, particolarmente degradata per via della malsana abitudine di lasciare lungo il ciglio dell’arteria stradale sacchetti di rifiuti. Un intervento straordinario, l’hanno chiamato gli amministratori, che bissa una analoga pulizia fatta nel maggio scorso. Comuni coinvolti, Maierato, Pizzo, Monterosso, Francavilla, assieme alla Provincia e all’Anas, anche per sanare la situazione attraverso l’apposizione delle prime fototrappole «che – ha chiarito il commissario Pellegrino – hanno consentito di segnalare alle autorità i primi trasgressori».

Tolleranza zero, dunque, anche per affrontare in modo definitivo le critiche che in estate erano piovute attraverso un intervento sulla stampa dell’imprenditore Pippo Callipo, con i sindaci che ora, con Antonio Lampasi, primo cittadino di Monterosso, immaginano di poter coinvolgere anche la Prefettura ipotizzando l’installazione di sistema di videosorveglianza. «Vogliamo pulire ma anche punire», ha sintetizzato l’assessore pizzitano Fabrizio Anello, intervenuto assieme ai giovani del servizio civile.   

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Agostino Pantano
Giornalista
Agostino Pantano, giornalista professionista, 43 anni, vive a San Ferdinando. È stato corrispondente dei quotidiani Gazzetta del Sud e Il Domani della Calabria. Dal 2006 al 2010 ha diretto la redazione di Gioia Tauro di Calabria Ora. Con altri colleghi, usciti dal giornale per contestare la linea editoriale, ha fondato Il Corriere della Calabria, un periodico e un sito on line per cui ha lavorato come redattore. Ha collaborato con Le Cronache del Garantista e L’Unità. Ha diretto il mensile A Sinistra e la Web Tv Pianainforma.   Dal 2010 al luglio 2016 è stato al centro di un caso giudiziario tra i più gravi nella storia del giornalismo italiano: processato due volte per la sua inchiesta sullo scioglimento per mafia del consiglio comunale di Taurianova, e in un caso per il reato di “ricettazione di notizie”, è stato assolto in entrambe le occasioni.   È componente del Consiglio nazionale dell’Unci (Unione nazionale cronisti italiani). È iscritto all’associazione “Articolo 21”. E’ laureato in Scienze Politiche con una tesi sulla storia del V° Centro siderurgico di Gioia Tauro.
Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio