Addio a Federico Burza, padre del 118 di Cosenza

Nel 1997 aveva avviato il nuovo servizio di emergenza sanitaria e l'anno successivo ha contributo alla istituzione dell'elisoccorso

di Salvatore Bruno
venerdì 11 gennaio 2019
23:23
8 condivisioni
Candele a lutto
Candele a lutto

Ci ha lasciato, dopo una lunga malattia, il dottor Federico Burza, fondatore a Cosenza nel 1997, del servizio sanitario di emergenza del 118. L'anno successivo raccolse la sfida dell'allora sindaco del capoluogo bruzio, Giacomo Mancini, che lo chiamò a dirigere l'elisoccorso, diventato nel tempo presidio irrinunciabile per la sicurezza. Burza ha guidato il Suem 118 nei primi anni di attività, i più complessi, riuscendo, con autorevolezza e generosità, a costruire un impianto solido ed efficiente, una rete di emergenza valida i cui benefici sono ancora tangibili.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Salvatore Bruno
Giornalista
Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche. Inviato al seguito della delegazione della Regione Calabria al festival di Sanremo del 1997, ha lavorato per un biennio nell'ufficio stampa del Comune di Cosenza e curato la comunicazione della Commissione Riforme e decentramento e della Commissione contro la 'ndrangheta del Consiglio Regionale della Calabria. Curatore del progetto culturale "Sulle orme di Ulisse", realizzato in Sicilia, è stato inoltre radiocronista delle gare di serie B del Cosenza Calcio. Ha scritto sulle pagine di diversi quotidiani locali e nazionali, tra i quali Il Mattino, Leggo e il Corriere dello Sport. Come autore musicale ha vinto il Festival del Mare di Ancona nel 1993.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: