Marina di Gioiosa, ricorso respinto: lo scioglimento del Comune è legittimo

Così il Tar sul provvedimento del 2011: «Evidenziati rapporti tra amministratori ed esponenti della criminalità locale»

di Ilario  Balì
23 gennaio 2018
13:52
Condividi

È legittimo il provvedimento con il quale nel luglio 2011 fu disposto lo scioglimento del Consiglio comunale di Marina di Gioiosa Ionica per ingerenza della criminalità organizzata. L'ha deciso il Tar del Lazio con una sentenza con la quale ha respinto un ricorso proposto dal presidente del Consiglio comunale, vicesindaco, assessori e consiglieri dell'allora sciolta amministrazione, insediatasi in seguito alle elezioni amministrative dell'aprile 2008. Il Tar ha evidenziato l'irrilevanza ai fini della sua decisione dell'esito dei giudizi penali nei quali, a partire dal 2010, sono risultati coinvolti l'allora sindaco della cittadina calabrese e alcuni degli amministratori comunali.

"La ricostruzione delle vicende su cui sono fondati I provvedimenti impugnati, infatti - si legge nella sentenza del Tar - non risulta incentrata unicamente sul coinvolgimento di alcuni degli amministratori comunali nell'operazione di polizia, ma su un insieme di circostanze che, a prescindere dall'eventuale sussistenza di uno stabile inserimento nell'associazione mafiosa dei soggetti coinvolti, evidenziano una rete di rapporti stabili tra questi e gli appartenenti alla criminalità locale". Alla luce di tutte le considerazioni indicate, per i giudici amministrativi "il provvedimento di scioglimento deve ritenersi pienamente legittimo, nel rispetto dei principi affermati dalla giurisprudenza in materia, essendo stata correttamente evidenziata la presenza di contatti ripetuti e collegati alle scelte di gestione dell'amministrazione comunale degli organi di vertice politico-amministrativo con soggetti appartenenti alla criminalità locale, e l'inadeguatezza dello stesso vertice politico-amministrativo a svolgere i propri compiti di vigilanza e di verifica nei confronti della burocrazia e dei gestori di pubblici servizi del Comune".

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Ilario  Balì
Giornalista
Trentatre anni, giornalista con una laurea in Scienze della Comunicazione conseguita presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università della Calabria. Sin da ragazzo il suo interesse è stato rivolto al giornalismo e alla comunicazione. A fine 2004 ha sostenuto il tirocinio universitario presso l’ufficio stampa del Comune di Reggio Calabria. Il contatto con un quotidiano vero e proprio nel 2006, da collaboratore con Calabria Ora (poi L'Ora della Calabria). La collaborazione si è intensificata dal 2010 fino alla chiusura (giugno 2014), periodo nel corso del quale alla normale attività di collaboratore è seguita quella di redattore. Da settembre 2015 a maggio 2016 ha collaborato come pagellista per la testata calciomercato.it. Da ottobre 2016 a maggio 2017 ha ricoperto l’incarico di redattore nel quotidiano regionale Cronache delle Calabrie, diretto da Paolo Guzzanti.
Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio