Nocera in ginocchio dopo le mareggiate, la rabbia dei cittadini: «Si poteva evitare» (VIDEO)

C'è chi dà la colpa ai campi di cipolle, chi a quanto non si è fatto in termine di prevenzione e, ancora, chi accusa di essere intervenuti troppo in ritardo. Di certo c'è che la cittadina è in ginocchio

di Tiziana Bagnato
mercoledì 21 marzo 2018
18:12
Condividi

Animi agitati e tanta disperazione. Nocera è in ginocchio. Il mare questa mattina non si è limitato a “fare la voce grossa”, ma si è incanalato fino a penetrare nella cittadina allagandola. Utilizzando il ponte che bypassa la statale 18 è arrivato fino alle case e alle attività commerciali con danni al momento difficili da conteggiare. Sul posto vigili del fuoco, carabinieri, municipale e dopo diverse ore anche la Protezione Civile. Ore di incertezza, di stasi in cui in tanti hanno perso le staffe: «Lo avevamo detto, lo avevamo segnalato – ha urlato il proprietario di un bar inabissato -  che gli argini realizzati per preservare le coltivazioni di cipolle avrebbero compromesso la situazione».

 

«Che si faccia qualcosa, non è possibile si stia tutti fermi. I danni li abbiamo avuti tutti, ma  qualcuno si muova e faccia qualcosa», urlava invece un altro cittadino. Le prime ore sono state, infatti, difficili da gestire. Nonostante la presenza delle forze dell’ordine si è aspettato prima di intervenire, facendo aumentare il senso di impotenza da parte dei cittadini. Solo successivamente la situazione si è sbloccata con l’inizio degli interventi a tappeto da parte dei vigili del fuoco, specie per liberare coloro che erano rimasti bloccati in casa.

 

C’è poi anche chi ha fatto capire che forse, qualcosa poteva essere fatto: «E’ successo diverse volte nel passato – ha detto Mario Esposito, ex consigliere comunale di Nocera -  è sempre la stessa cosa, si è cercato di dare l’allarme, ma purtroppo era già troppo tardi. Alcuni interventi dovrebbero essere di natura diversa. Ci sono problemi di dissesto e di adeguamento».

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Tiziana Bagnato
Giornalista
Lametina, laureata in Scienze della Comunicazione con indirizzo Giornalismo alla Lumsa di Roma, Tiziana Bagnato ha sempre affiancato la carta stampata all’ambito televisivo. Dopo aver lavorato nell’emittente regionale Calabria Tv e per diversi anni per il quotidiano Calabria Ora, poi L’Ora della Calabria, è approdata nell’emittente St Television e sul quotidiano Il Garantista di cui è ancora firma. 
Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream