Malvito, merli e cornacchie in gabbia: denunciato dai carabinieri forestali

Un uomo privo di licenza di caccia aveva catturato nove uccelli della famiglia dei corvidi

di Salvatore Bruno
18 aprile 2019
15:41
Condividi

I carabinieri forestali hanno denunciato un uomo di Malvito per furto venatorio. Nelle pertinenze della sua abitazione di località Priolo, i militari hanno rinvenuto alcune gabbie contenenti nove esemplari della famiglia dei corvidi, in particolare quattro merli, due cornacchie e tre ghiandaie. Dagli accertamenti effettuati è emerso che gli esemplari erano stati prelevati in natura direttamente dai nidi e che l’uomo era privo di porto d’armi e di licenza di caccia. Poiché gli esemplari erano detenuti senza alcun titolo e costituiscono patrimonio dello Stato, si è provveduto al loro sequestro ed alla liberazione nei boschi.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Salvatore Bruno
Giornalista
Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche. Inviato al seguito della delegazione della Regione Calabria al festival di Sanremo del 1997, ha lavorato per un biennio nell'ufficio stampa del Comune di Cosenza e curato la comunicazione della Commissione Riforme e decentramento e della Commissione contro la 'ndrangheta del Consiglio Regionale della Calabria. Curatore del progetto culturale "Sulle orme di Ulisse", realizzato in Sicilia, è stato inoltre radiocronista delle gare di serie B del Cosenza Calcio. Ha scritto sulle pagine di diversi quotidiani locali e nazionali, tra i quali Il Mattino, Leggo e il Corriere dello Sport. Come autore musicale ha vinto il Festival del Mare di Ancona nel 1993.
Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio