Rubarono un motorino a Catanzaro, arrestato anche il secondo giovane

Era riuscito a scappare facendo perdere le tracce. La polizia ha continuato le indagini che hanno consentito di chiudere il cerchio

di L. C.
29 settembre 2018
13:25
1 condivisioni

È stato identificato il complice, prima ignoto, del furto di un ciclomotore, Piaggio Liberty, avvenuto nel cortile di un condominio di Via Crispi a Catanzaro, nella notte tra il 16 e il 17 settembre scorso, che era riuscito a dileguarsi facendo perdere le sue tracce. Il 18enne S.A., invece, dopo un non facile inseguimento per le vie cittadine, era stato bloccato ed arrestato dagli agenti della Squadra Volante.

 

In quella circostanza, era alla guida di un motorino con targa illeggibile, ma i poliziotti, benché fosse notte fonda, avevano ben memorizzato la sua fisionomia, hanno proseguito le attività d’indagine, non desistendo nei giorni seguenti nelle ricerche e, qualche sera fa lo hanno individuato nei pressi di una palazzina del quartiere di Viale Isonzo ed essendo sprovvisto di documenti di identità, è stato condotto negli Uffici della Questura. Eseguiti i rilievi foto-dattiloscopici, a cura del personale del Gabinetto Provinciale della Polizia Scientifica, dalla sua identificazione in A.M. di anni 23, e da ulteriori accertamenti, è emerso che il soggetto è gravato da precedenti per reati contro il patrimonio.

 

Posto dinnanzi all’evidenza degli elementi raccolti dalla polizia, A.M. non ha potuto fare a meno di ammettere le proprie responsabilità sul furto del ciclomotore Piaggio Liberty, compiuto in concorso con S.A. A seguito dalle attività di indagini, gli agenti sono riusciti ad identificare in A.M. ed S.A., gli autori del tentato furto di un altro ciclomotore nello stesso condominio di Via Crispi sempre nella notte tra il 16 e 17 settembre. Il 23enne A.M. è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per il reato di furto aggravato del  ciclomotore Piaggio Liberty in concorso con il 18enne S.A, inoltre, entrambi  sono stati deferiti all’A.G. anche per tentato furto aggravato in concorso di un altro ciclomotore.

 

l.c.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

L. C.
Giornalista
Laureata con il massimo dei voti in Scienze della Comunicazione e della Conoscenza all’Università degli studi della Calabria di Cosenza, già a partire dall’anno successivo dal conseguimento dalla laurea intraprende l’attività giornalistica. Risalgono alla primavera del 2012 i primi articoli pubblicati sulle colonne della pagina catanzarese della Gazzetta del Sud, testata sotto la cui ala inizia a prendere confidenza con la professione. Con il trascorrere degli anni passa dai resoconti delle conferenze stampa e dei convegni alla realizzazione di inchieste su temi specifici quali sanità, rifiuti, politica, società municipalizzate e vertenze sindacali. La collaborazione è tuttora attiva.   Nel luglio del 2015 ottiene l’abilitazione allo svolgimento della professione certificata dall'iscrizione al relativo albo regionale dei giornalisti pubblicisti. A partire da gennaio del 2016 e fino al febbraio del 2017 è stata corrispondente da Catanzaro del quotidiano online Zoom24 con sede a Vibo Valentia. Oltre ad allagare le competenze anche alla sfera della cronaca, l’esperienza è risultata utile ai fini dell’apprendimento del sistema editoriale (Wordpress) e del confezionamento di notizie indirizzate ad una realtà più immediata e dinamica qual è il web.   Nel giugno del 2016 stringe una nuova collaborazione con la casa editrice Golfarelli con sede a Bologna, che cura la pubblicazione di periodici e riviste di settore. L’attività che tuttora svolge consiste nella redazione di testi e nella preparazione di interviste capaci di far emergere realtà imprenditoriali di successo nel panorama nazionale.
Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio