Gioia Tauro, si consegna alla polizia dopo due mesi di latitanza

Alessandro Cutrì è ritenuto complice di Salvatore Pisano e Salvatore Calabrese sorpresi il 3 settembre scorso con 50 kg di hashish sull’auto

di Francesco Altomonte
15 novembre 2019
13:06
99 condivisioni

Si è consegnato questa mattina al commissariato di polizia di Gioia Tauro, guidato dal primo dirigente Diego Trotta, Alessandro Cutrì. Era latitante dal 3 settembre scorso, quando i poliziotti della città del porto avevano arrestato due suoi presunti complici, Salvatore Pisano e Salvatore Calabrese con l’accusa di detenzione e trasporto illecito di sostanze stupefacenti. I due erano stati fermati con 50 chili di hashish, con l’aggravante dell’ingente quantitativo, suddivisa in 50 panetti da 1 chilo ciascuno.

 

L’operazione antidroga si era svolta lungo l’arteria autostradale A2 Sa-Rc corsia sud, dove, in direzione Rosarno, nel tratto ricadente nell’area comunale di Candidoni, una pattuglia del commissariato notava il transito, a forte velocità, di un’autovettura, che effettuava manovre repentine. Insospettiti dal comportamento, gli agenti avevano deciso di inseguirla e, dopo averla fermata all’altezza dello svincolo autostradale di Rosarno, avevano identificato i due uomini. Durante la perquisizione dell’auto erano stati rinvenuti 50 panetti di sostanza stupefacente occultata nell’abitacolo. Gli agenti, quindi, avevano sequestrato lo stupefacente e arrestato i due per detenzione e trasporto illecito di sostanza stupefacente. L’arresto è stato poi convalidato dall’autorità giudiziaria di Palmi, che ha disposto la custodia cautelare in carcere.

 

Cutrì, secondo la ricostruzione della polizia, avrebbe svolto il ruolo di staffetta e sarebbe riuscito a fuggire facendo perdere le sue tracce. Una fuga conclusasi questa mattina quando, sentendo ormai vicino l’arresto, ha deciso di consegnarsi al commissariato di Gioia Tauro.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Francesco Altomonte
Giornalista

Francesco Altomonte è un giornalista attratto dal lato oscuro dell'animo umano. La cronaca nera è la sua passione, per questo motivo è ritornato a vivere in Calabria dopo 12 an...

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio