Ferragosto in carcere, i radicali incontrano i detenuti

L’iniziativa coinvolge i penitenziari di Catanzaro, Cosenza, Palmi, Vibo Valentia e Reggio Calabria. In riva allo Stretto anche Gian Domenico Caiazza, presidente dell'Unione delle Camere penali italiane

di Redazione
15 agosto 2019
10:00
69 condivisioni

Porre al centro i diritti dei detenuti. Questo l’obiettivo della mobilitazione dei penalisti per l’iniziativa "Ferragosto in carcere" promossa dal Partito radicale ed abbracciata dall'Osservatorio Carcere Ucpi. Il progetto partirà oggi, 15 agosto e si concluderà il 18. Per l'occasione, in 17 regioni su 20, 70 luoghi di detenzione saranno visitati da oltre 278 tra dirigenti e militanti del Partito radicale, avvocati dell’Unione Camere Penali, parlamentari, garanti delle persone private delle libertà personali.

Le tappe in Calabria


Anche in Calabria saranno effettuate diverse visite a Catanzaro, Cosenza, Palmi, Vibo Valentia e Reggio Calabria. In particolare, a Reggio Calabria, alla casa circondariale "Panzera", il 16 agosto 2019, sarà presente anche l'avvocato Gian Domenico Caiazza, presidente dell'Unione delle Camere Penali Italiane, unitamente all'avvocato Gianpaolo Catanzariti, responsabile dell’Osservatorio Carcere Ucpi, agli avvocati Emanuele Genovese, Paolo Tommasini, Giuseppe Belcastro e Giuseppe Cherubino. «La presenza in Calabria, e nello specifico a Reggio, del nostro presidente Caiazza, è il segnale della rinnovata attenzione della comunità dei penalisti italiani verso una regione affamata di diritti, di garanzie e del rispetto dello Stato di diritto, precondizioni essenziali per una crescita sociale, civile ed economica dei nostri territori», specifica in una nota stampa l’Osservatorio.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio