Delitto Filippone, lo zio condannato a 30 anni di reclusione

Il penalista venne freddato nel cortile di casa a colpi di 7.65 nel febbraio del 2017 a Locri

di Ilario  Balì
18 luglio 2018
23:38
3 condivisioni

Il tribunale di Locri ha condannato alla pena di 30 anni di reclusione Antonio Sgrò, imputato per l’omicidio di Francesco Filippone, ucciso a Locri nel febbraio 2017. Sgrò ha scelto di essere giudicato con il rito abbreviato, il rito che prevede lo sconto di un terzo della pena.

 

Una condanna che ha accolto in pieno le richieste dell’accusa, con il gup che ha disposto anche il risarcimento dei danni patrimoniali e non patrimoniali.

 

Il penalista locrese venne freddato sotto casa, vittima di un agguato a colpi di pistola. Per il delitto è indagato lo zio. All'origine del gesto vi sarebbero stati dissidi che andavano avanti da tempo legati a questioni di vicinato. Zio e nipote, infatti, vivevano sullo stesso pianerottolo nel palazzo davanti al quale è stato commesso l'omicidio.

Ilario  Balì
Giornalista

Trentatre anni, giornalista con una laurea in Scienze della Comunicazione conseguita presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università della Calabria. Sin da ragazzo il s...

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio