Da Crotone a Reggio Calabria, i fronti di emergenza

Centinaia le segnalazioni e i salvataggi. Per precauzione molti ponti e molti esercizi commerciali sono rimasti chiusi

venerdì 5 ottobre 2018
16:41
Condividi

Da Crotone a Reggio Calabria è allerta massima per il maltempo.

Nel Vibonese, la piena del fiume Angitola, sta erodendo il terreno su cui poggia uno dei piloni dell'imponente viadotto sul quale scorre la ferrovia. I nubifragi delle ultime ore hanno portato all'esondazione del bacino artificiale omonimo che ha fatto ingrossato il torrente. Allo stato tuttavia, non risulterebbero situazioni di pericolo, tant'è che la circolazione ferroviaria è ripresa regolarmente sulla linea tirrenica dopo un blocco dovuto ai danni agli impianti di circolazione provocati dal maltempo. La situazione viene costantemente monitorata.

 

Sempre nel Vibonese, i Vigili del fuoco sono intervenuti con un elicottero, per trasferire a Catanzaro una persona che necessitava di cure, in particolare di sottoporsi a dialisi. A causa dell'assenza nella zona di aree idonee all'atterraggio del velivolo, il paziente è stato portato a bordo con una barella collegata al verricello del velivolo con il supporto di personale addestrato. Un'operazione particolarmente complessa.

 

Altro salvataggio è stato effettuato con successo dai carabinieri di Filadelfia, nel vibonese, che hanno recuperato due anziani la cui abitazione era bloccata da una frana. I militari hanno allontanato i coniugi dall’abitazione che è stata rasa al suolo da un albero.

 

A Monterosso alcuni turisti americani che soggiornavano in un agriturismo isolato a causa della strada sconnessa per le forti piogge sono stati soccorsi e portati nel centro abitato. Numerose sono state le chiamate al 112 e le richieste di aiuto al Comando provinciale di Vibo Valentia. A Polia e Monterosso Calabro, i militari, insieme ai Vigili del fuoco di Vibo Valentia, sono riusciti a raggiungere zone impervie per liberare le uniche vie di accesso e permettere ai vari nuclei familiari di abbandonare le abitazioni. In altri casi, come a San Nicola da Crissa e Capistrano, altre persone sono rimaste intrappolate nelle proprie autovetture a causa di esondazioni di torrenti. I carabinieri, insieme ai Vigili del fuoco, hanno soccorso tre persone che, in preda al panico, erano rimaste completamente bloccate. In particolare, nel Comune di Capistrano, nei pressi del torrente Recchia, un'autovettura è stata ribaltata dalla forte corrente del fiume. I militari dell'Arma, grazie ad una corda, sono riusciti ad agganciare la persona coinvolta e nonostante la forte corrente, l'hanno portata in salvo.

 

A Crotone, la Prefettura, ha preso provvedimenti molto incisivi. Circa 95 nuclei familiari, per un totale di circa 400 persone, sono stati evacuati da un complesso residenziale in località Margherita, a Crotone, a causa del maltempo che ha colpito la provincia. Nelle aree interessate sono stati disposti servizi anti-sciacallaggio. Lo rende noto la Prefettura di Crotone.

 

Alcuni tratti delle strade statali 106 e 107, precedentemente chiusi al traffico, sono stati riaperti nel crotonese, ma permangono livelli di criticità rilevanti che impongono particolari attenzioni durante il transito. Lo riferisce la Prefettura di Crotone che segue costantemente l'evolversi della situazione con la propria unità di crisi. Difficoltà sono segnalate sulla provinciale 52 di Papanice, frazione di Crotone, che è Il sindaco di Crotone Ugo Pugliese ha disposto l'immediata chiusura di tutte le attività commerciali e gli uffici pubblici sia in città che nella zona industriale ed ha invitato i cittadini residenti in zone limitrofi a fiumi, torrenti e canali a prestare la massima attenzione e a salire ai piani superiori. Circa 500 le segnalazioni di interruzione di energia elettrica e di linee telefoniche nel comune di Cirò Marina, mentre a Isola di Capo Rizzuto, lungo una strada provinciale, è crollato un piccolo ponte ed un'auto è precipitata senza conseguenze per gli occupanti, salvati dalla polizia locale. Diversi gli interventi di salvataggio soprattutto nei confronti di automobilisti rimasti in panne sulla statale 106. La Polizia stradale e l'Anas monitorano costantemente la situazione. La Questura ha richiesto alla Polizia di Stato 20 unità in supporto delle attività. Nelle prossime ore arriveranno unità dell'Esercito italiano con idonei di mezzi per fornire supporto tecnico logistico al fine di monitorare le criticità in atto.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: