Omicidio Parretta: «La madre di Giuseppe non è mai stata abbandonata»

Il sindaco di Crotone Ugo Pugliese risponde alle critiche sollevate nei suoi confronti poiché non avrebbe mantenuto le promesse nei confronti della famiglia del 18enne ucciso lo scorso gennaio nel centro storico pitagorico

di Giuseppe Laratta
venerdì 27 luglio 2018
15:44
6 condivisioni

«Non ho voluto fare nessuna dichiarazione fino ad oggi perché da quel maledetto gennaio conservo il rispetto per il dolore di una madre e per il ricordo di Giuseppe. E se una madre ritiene sfogare il proprio dolore contro una persona, sono il sindaco, raccolgo tutto quello che viene dalla mia gente, raccolgo anche questo suo sfogo». Lo ha dichiarato in una nota il sindaco di Crotone Ugo Pugliese, rispondendo alle critiche a lui rivolte in merito al pagamento dei funerali del povero 18enne ucciso lo scorso gennaio.

«Potrei dire che siamo stati vicini a Caterina – continua Pugliese - sostenendo tutte le iniziative che ha voluto mettere in campo per ricordare il suo ragazzo, che ci siamo costituiti parte civile al processo contro il suo assassino mettendo a disposizione gratuitamente un legale e chiedendo un eventuale risarcimento di dieci milioni di euro che saranno devolute per iniziative sociali comprese quelle meritorie che mette in campo per la sua associazione Caterina, che abbiamo messo a disposizione un loculo presso il cimitero cittadino dove può portare un fiore al suo Giuseppe, che le abbiamo messo a disposizione una abitazione dove vivere, un bene sequestrato alla criminalità organizzata, che la sede dove è ubicata la sua associazione le è concessa dall'amministrazione provinciale di cui sono presidente, che l'abbiamo iscritta al Rei nonostante non ne abbia fatto domanda precedentemente in modo tale da assicurare un contributo mensile ed un progetto sociale a sostegno della famiglia».

«Queste attività - continua il sindaco nella nota - in termini pratici hanno dei costi anche importanti, ma preferisco dire che, anche se non lo percepisce per il dolore che l'accompagna, non è stata lasciata sola. Potrei dire che anche se in tanti abbiano dato la loro disponibilità gratuita a svolgere i funerali è stato solo il Comune a farsi carico, nei limiti che la legge impone, a parte delle spese. Non è questo l'argomento. Non conta e non mi importa se anche vengono scagliate contro il sottoscritto accuse ingiuste. Queste vengono da una madre che soffre ed è comprensibile che sia così. Che stia vivendo un dolore immenso lo vedo ogni giorno anche dalla sua pagina social, dalle interviste che rilascia a televisioni, giornali e media locali e nazionali sin dal momento che Giuseppe è stato colpito a morte. Se questo è il modo di sfogare il suo immenso dolore, per ricordare il suo Giuseppe, lo comprendo.

 

Voglio soltanto dirle – conclude Ugo Pugliese – che, come ho sostenuto dal primo momento, non si deve sentire sola. Così come detto più volte alla mamma di Giuseppe, siamo disponibili a intervenire anche personalmente per cercare di fare di più, ma sempre nel rispetto della legge e delle regole. La morte di Giuseppe, una morte tragica e violenta, ha avuto e continua ad avere ripercussioni sull’intero tessuto sociale, per questo noi avvertiamo la responsabilità di gestire l’intera vicenda senza prestare il fianco a polemiche. La nostra attenzione e il nostro impegno sono rivolti alla comunità, alla famiglia di Giuseppe ed è per questo che intendiamo mettere in campo azioni che dovranno essere in grado di dare le giuste risposte in termini di sostegno sociale, dignità e sicurezza».


Intanto, oggi pomeriggio alle 17, è prevista la presentazione di un nuova iniziativa in ricordo di Giuseppe Parretta, organizzata da Acu, Associazione Crotoniate Ferrovia Jonica, associazione Nikol Ferrari e Azione Identitaria, nella sede di Libere Donne, luogo dove il 18enne ha trovato la morte in un freddo pomeriggio d'inverno.

 

LEGGI ANCHE:

«Abbandonata dallo Stato che ha ucciso più volte mio figlio»

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Giuseppe Laratta
Giornalista
Giornalista pubblicista dal 2015, inizia a muovere i primi passi a 16 anni approdando a Radio Studio 97, emittente radiofonica a copertura provinciale, in qualità di regista, speaker e dj, con una collaborazione durata dal 2004 al 2017. Nel 2011, grazie a un tirocinio universitario, inizia un percorso con l'Arteria Music Label, etichetta discografica indipendente di Bologna, dove cura la parte social, i contatti con gli artisti, e la redazione di articoli promozionali delle produzioni musicali. Nel gennaio del 2013, dopo la parentesi universitaria, rientra nella sua Crotone dove intraprende l'attività giornalistica a Esperia Tv, emittente televisiva a copertura regionale, per due anni, nei quali ottiene il patentino di giornalista pubblicista, iscrivendosi all'apposito albo nel luglio del 2015. Nel 2016 cura i rapporti con la stampa per il candidato e futuro sindaco pitagorico Ugo Pugliese; nello stesso anno inizia a collaborare con le testate locali CrotoneOk e il Rossoblu – conclusa a dicembre 2017 – e con Il Quotidiano del Sud, che continua ancora. Nel gennaio 2018 entra a far parte della redazione di LaC News 24 come corrispondente da Crotone e provincia. Ha una grande passione per la musica, la lettura, e suona il pianoforte dall'età di 14 anni.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: