Cosenza, presa a pugni dal compagno: la figlia minore chiama la polizia

Gli agenti intervengono in un'abitazione del centro, sottraendo una 47enne dalla furia del convivente. L'uomo è stato arrestato per maltrattamenti 

di Salvatore Bruno
10 febbraio 2020
14:05
76 condivisioni

Un 43enne di nazionalità rumena, A.A.D. residente a Cosenza da diversi anni, è stato arrestato dagli agenti della squadra mobile, con l’accusa di maltrattamenti ai danni della convivente, anche lei rumena, di 47 anni.

La polizia allertata dalla figlia della donna

Ad allertare la polizia con una chiamata al 113 è stata la figlia minorenne della donna. Dopo aver assistito all’ennesima aggressione consumata tra le mura domestiche, la ragazzina è riuscita ad allontanarsi dall’abitazione ed a chiedere aiuto.

I segni delle violenze subite

La donna ha raccontato agli operatori intervenuti, di essere stata minacciata, presa a pugni e trascinata per casa dai capelli. Sul volto aveva i segni delle percosse subite. Ha denunciato inoltre di aver subito anche in passato le condotte violente dell’uomo che è stato poi ammanettato e condotto nel carcere cittadino.

Salvatore Bruno
Giornalista

Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche.

...

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio