Cosenza, i manifestanti di “Stutamu Salvini” violano la zona rossa

La contestazione pacifica è seguita dalle forze dell’ordine. Tra i partecipanti anche il giovane che sabotò l’audio durante il comizio del leader della Lega a Soverato

di Redazione
24 settembre 2019
17:59
952 condivisioni
Uno degli striscioni di protesta
Uno degli striscioni di protesta

Un gruppo di componenti del Comitato "Stutamu Salvini" (Spegniamo Salvini) ha violato a Cosenza la "zona rossa" delimitata dalla Questura in prossimità del Teatro Morelli, dove alle 18.30 è prevista la manifestazione cui parteciperà il segretario della Lega. Si tratta, al momento, di un'invasione del tutto pacifica e senza intemperanze. La Questura di Cosenza, ieri, aveva negato l'autorizzazione per lo svolgimento della manifestazione di dissenso nei confronti di Salvini. Le forze dell'ordine si stanno limitando, al momento, a tenere sotto controllo la situazione.

 

Tra coloro che stanno partecipando a Cosenza alla manifestazione c'è anche Francesco Noto, il giovane che il 10 agosto scorso a Soverato sabotò l'impianto di amplificazione allestito per la manifestazione con il segretario della Lega ed all'epoca ministro dell'Interno. Noto, che è uno dei promotori della protesta contro Salvini, è tra quanti hanno scavalcato la "zona rossa" delimitata dalla Questura di Cosenza in prossimità del Teatro Morelli.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio