Corruzione e falsità ideologica, arrestate dirigente della Regione e imprenditrice

NOMI | Le due donne sono finite ai domiciliari. Le attività sono state portate avanti dalla Guardia di finanza di Catanzaro. Maggiori dettagli nella conferenza stampa

di Redazione
martedì 9 ottobre 2018
08:08
16 condivisioni

Nella mattinata odierna i militari del nucleo di polizia economico- finanziaria della Guardia di finanza di Catanzaro, coordinati e diretti dalla Procura della Repubblica di Catanzaro, hanno eseguito due misure cautelari ai domiciliari nei confronti di Maria Gabriella Rizzo,  57 anni, dirigente della Regione Calabria in servizio presso il "Dipartimento Turismo, beni culturali e spettacolo"
e di un’imprenditrice del vibonese, Laura Miceli, 67 anni, operante nel settore turistico,
indagate per corruzione e falsità ideologica. Per entrambe sono stati disposti gli arresti domiciliari.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: