Passava il tempo sui social ma era ai domiciliari, in carcere un 31enne

La misura restrittiva per cui avrebbe dovuto parlare esclusivamente con i conviventi gli era stata imposta dopo che aveva minacciato il titolare di un bar che aveva preteso il pagamento di una consumazione 

26 novembre 2019
10:01
11 condivisioni

Gli erano stati concessi gli arresti domiciliari con l’espresso divieto di conferire con persone diverse dai conviventi. Ma di questo beneficio, M.P. 31 anni, non ha saputo far tesoro e, in totale spregio delle prescrizioni impostegli dalla magistratura ha riattivato i suoi profili social, intrattenendo chiacchierate, condividendo post e comunicando regolarmente con chiunque gli capitasse. La sua attività sulla rete non è passata inosservata ai Carabinieri della stazione di Lamezia Terme Scalo, che hanno minuziosamente documentato, riepilogato e catalogato le assidue frequentazioni virtuali del giovane da cui è scaturita una richiesta di aggravamento della misura cautelare in atto, accolta dal Tribunale di Lamezia Terme. Grazie all’attenta attività di monitoraggio dei Carabinieri anche sul web, il trentunenne è stato ricondotto nella casa circondariale di Catanzaro
L'uomo era finito in carcere nel febbraio scorso perché, dopo aver effettuato una consumazione aveva preteso di non pagare e di conseguenza aveva minacciato il titolare dell'esercizio commerciale. Finito in carcere dopo alcuni mesi aveva ottenuto il beneficio dei domiciliari che adesso, alla luce di quanto accaduto, gli è stato revocato. 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio