Cagliari, fratelli calabresi scomparsi nel nulla. La famiglia: «Dissidi con un uomo»

I vibonesi Davide e Massimiliano Mirabello hanno fatto perdere le proprie tracce da due giorni dopo l’ennesimo litigio con un vicino

di Redazione
11 febbraio 2020
19:33
423 condivisioni
Davide e Massimiliano Mirabello
Davide e Massimiliano Mirabello

Da domenica 9 febbraio non si hanno più notizie di due fratelli di originari di San Gregorio d'Ippona (VV), Davide e Massimiliano Mirabello, 40 e 36 anni, residenti nel comune di Dolianova, in provincia di Cagliari, paese di circa 9.500 abitanti.

 

La scomparsa sarebbe avvenuta domenica pomeriggio e con i due fratelli è sparita nel nulla anche l’autovettura di Davide, una Volkswagen Polo di colore blu. A denunciare alle forze dell’ordine la scomparsa dei due fratelli sono stati i loro familiari che ora si appellano a quanti siano a conoscenza di dettagli utili al loro ritrovamento.

 

Stando a quanto riferito dagli stessi familiari, il maggiore dei fratelli Mirabello, Davide, avrebbe avuto dei dissidi di vicinato recentemente sfociati nell’uccisione del suo cane. Litigi che si sarebbero verificati anche nel pomeriggio di domenica, quando sarebbe sorta una nuova discussione dopo che l’uomo con il quale il 40enne aveva avuto dei diverbi - secondo quanto riferito dalla cognata di quest’ultimo - avrebbe sputato per terra al suo passaggio proferendo insulti e minacce.

 

Così Davide avrebbe chiamato il fratello e insieme si sarebbero diretti a chiarire l’episodio con il diretto interessato. Da allora, sempre secondo il racconto dei familiari, non hanno fatto più rientro nelle rispettive abitazioni e neanche la loro auto è stata più ritrovata.

 

«Spariti nel nulla, come risucchiati dalla terra - spiega un cugino dei due Mirabello -, ma come è possibile che questo possa accadere in un paese dove tutti si conoscono e che nessuno abbia visto o sentito nulla?

 

I lati oscuri della vicenda sono tantissimi ed intanto la famiglia dei due uomini è in preda al panico, la sorella Eleonora che vive a Roma con le altre sorelle si è subito precipitata a Dolianova per seguire le indagini da vicino, ma queste fino ad ora stanno procedendo a ritmi molto blandi e le autorità del posto si sono solo limitate a cercare tra i terreni insieme alla Protezione civile.

 

«Tante domande ancora non hanno risposte - aggiunge il congiunto - ed intanto le ore e i giorni passano e di due persone non si hanno più notizie. Aiutiamo la famiglia Mirabello - l’appello finale -, chiunque avesse visto, sentito o abbia notizie si faccia avanti».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio