A caccia nel Parco d'Aspromonte: tre denunce dei carabinieri

Armi e munizioni sono state sottoposte a sequestro e gli interessati saranno proposti per la revoca della licenza di porto di armi

di Redazione
15 dicembre 2018
17:02
4 condivisioni
I fucili e i proiettili sequestrati
I fucili e i proiettili sequestrati

I militari della Stazione Carabinieri Parco di Mammola hanno denunciato un 65enne ed un 79enne, entrambi originari di Reggio Calabria e residenti a Gallico, il primo dei quali gravato da pregiudizi di polizia. I militari li hanno fermati per un controllo, mentre percorrevano in auto la Strada Provinciale Limina-Mammola, nel Parco Nazionale d'Aspromonte, e trovato due fucili da caccia calibro 12 e 20, riposti sul sedile posteriore, con il relativo munizionamento. I due stavano andando a caccia nel Parco Nazionale d'Aspromonte.


Con la stessa accusa, è stato denunciato un 22enne originario di Locri e residente a Marina di Gioiosa Jonica, incensurato, intento a percorrere in macchina il medesimo tratto di strada con un fucile calibro 20 al seguito.


In entrambi i casi, armi e munizioni sono state sottoposte a sequestro e gli interessati saranno proposti per la revoca della licenza di porto di armi per la caccia.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio