Bagnara Calabra, tragico scontro fra motocicli: morti due uomini, ferita una ragazza

Impatto frontale in prossimità di un tornante della SS 18. Traffico bloccato e rilievi in corso per ricostruire la dinamica

di Consolato Minniti
domenica 13 maggio 2018
21:03
788 condivisioni

È una domenica funestata dal sangue quella vissuta in provincia di Reggio Calabria. Nel tardo pomeriggio, infatti, due persone sono morte ed una terza è rimasta gravemente ferite a causa di un incidente fra due moto al chilometro 505 della Statale 18 a Bagnara Calabra. Lo scontro, secondo una prima ricostruzione è stato frontale, proprio in prossimità di uno dei tanti tornanti che costellano la strada che collega il centro tirrenico con Scilla. Una meta di numerosi turisti della domenica e amanti delle due ruote.I due uomini sono deceduti praticamente all’istante, mentre una donna, che si trovava a bordo di uno dei due mezzi, è stata trasferita in ospedale.

 

Si tratta di Domenico Melluso, 43 anni, di Bagnara Calabra, che viaggiava a bordo della sua Honda. Un uomo assai conosciuto a Bagnara, dove la notizia si è diffusa rapidamente provocando un fortissimo dolore per tutti coloro che lo conoscevano. Sul suo profilo facebook tutta la passione per le moto ed anche un ricordo particolare per Marco Simoncelli. La seconda vittima è un ragazzo appena 20enne, Antonio D’Errigo che viaggiava a bordo dell’altra moto. Anche lui, una passione sfrenata per le due ruote, tanto da parlare di vero e proprio sogno, dopo aver avuto la sua moto. La ragazza che lotta fra la vita e la morte agli ospedali Riuniti, invece, è M. D., anche lei di 20 anni, fidanzata del giovane.

La dinamica ancora non è molto chiara, ma l’immagine che si è presentata agli occhi dei soccorritori è stata straziante. Poco ha potuto fare, per le due vittime, l’ambulanza intervenuta prontamente sul posto, dove sono giunte anche le pattuglie della stazione carabinieri di Bagnara Calabra, della polizia stradale e dei vigili urbani. Sono in corso in questi minuti i rilievi per stabilire con certezza cosa sia avvenuto. Il tratto di strada è chiuso al traffico. Sul luogo del sinistro anche il personale Anas che sta provvedendo alla gestione della viabilità deviata su percorsi alternativi.

 

Consolato Minniti 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Consolato Minniti
Giornalista
Consolato Minniti nasce a Reggio Calabria nel 1983. Sin da bambino mostra la sua passione per il giornalismo, rubando la macchina da scrivere alla mamma, per passare intere ore a imprimere sui fogli bianchi i suoi primi articoli “a colonne”.   La seconda guerra di ‘ndrangheta, vissuta negli anni dell’infanzia, lo porta a confrontarsi sin da subito con la piaga della criminalità organizzata. Durante uno dei tanti agguati, riesce a portarsi in salvo appena in tempo con la sua famiglia, prima che la scarica di piombo finisca una delle vittime predestinate, proprio davanti all’uscio di casa sua. È per questo che le letture approdano presto ai quotidiani locali e nazionali.   Inizia a collaborare a 19 anni con “Il Domani”, ma è nel 2006 che avvia la sua prima vera esperienza giornalistica di livello con il quotidiano “Calabria ora”. Dapprima collaboratore per la città di Reggio Calabria, un anno dopo diviene redattore ordinario e avvia il percorso che lo vede protagonista sino ad oggi, ossia quello riguardante la cronaca nera e giudiziaria. È quello il settore al quale decide di dedicarsi, consapevole del fondamentale ruolo giocato dal giornalismo d’inchiesta nel contrasto alla ‘ndrangheta.   Nel 2012 viene nominato caposervizio della redazione di Reggio per “Calabria ora”, ruolo che conserva sino alla chiusura del quotidiano nel frattempo divenuto “L’Ora della Calabria”. Nel 2014 approda al “Garantista”, sempre con la qualifica di caposervizio. Collabora con testate nazionali quali “L’Espresso” e “L’Avvenire”.
Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream