Quattro arresti per truffe on-line: incassavano i soldi e non spedivano la merce

VIDEO | Danni per circa 20mila euro. Tre delle persone arrestate in provincia di Cosenza percepivano anche il reddito di cittadinanza 

di Redazione
18 dicembre 2019
17:53
255 condivisioni
Cosenza, conferenza stampa su arresti
Cosenza, conferenza stampa su arresti

Quattro persone sono state arrestate da Carabinieri e Polizia postale in Calabria per 60 truffe online, perpetrate sull'intero territorio nazionale, per un danno complessivo di circa 20mila euro. Tre degli arrestati appartengono allo stesso nucleo familiare. Si tratta di due fratelli e della moglie di uno dei due. Il gruppo pubblicava degli annunci per la vendita di auto e pezzi di ricambio, copiati da siti stranieri, su un sito di e-commerce italiano e, una volta incassato il denaro delle vendite, in realtà non spedivano quanto dovevano agli ignari acquirenti.

I nomi degli indagati

Gli arrestati, che vivono a Bisignano (Cosenza), sono Luca Meringolo, 33 anni, e Vincenzo Naccarato, 35 anni, finiti in carcere, Mario Meringolo, 35 anni, e Simona Rago, 26, finiti invece ai domiciliari. Tre degli arrestati percepivano anche il reddito di cittadinanza.

 

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio