Codacons: «La Statale 106 è un problema drammatico» - VIDEO

L'associazione per la difesa dei consumatori riaccende i riflettori sulle condizioni della tristemente nota “strada della morte”

di Rossella  Galati
30 aprile 2018
13:32
4 condivisioni
un tratto della statale 106
un tratto della statale 106

«La Strada statale 106 è un problema drammatico e la variante A è sostanzialmente la sintesi di un problema enorme per tutti i calabresi». Il Codacons Calabria riaccende i riflettori sulle condizioni della cosiddetta "strada della morte" e, con riferimento alla variante lunga 17 chilometri, che va da Copanello a Simeri Crichi, inaugurata appena 5 anni fa ma oggetto di ripetuti interventi di manutenzione, crolli e sequestri, e quindi di polemiche per la sua fragilità, che tutt'ora si presenta come un percorso ad ostacoli tra gallerie non illuminate e deviazioni, chiede un confronto con i tecnici dell'Anas per capire quali interventi sono previsti in vista della stagione estiva, per garantire condizioni di sicurezza ai cittadini.

 

«Stiamo parlando di un'opera costata circa 1 miliardo di euro che che dopo 5 anni è in parte sotto sequestro e in parte sta crollando - commentano il vicepresidente nazionale Francesco Di Lieto e la presidente regionale Maria Stefania Valentini - è bene ricordare che il governatore di allora Giuseppe Scopelliti disse che era un'opera capace di valorizzare il turismo della regione. Bene, dopo 5 anni quell'opera è crollata».

 

Il Codacons chiede dunque ad Anas un tavolo tecnico e quindi un cronoprogramma di interventi non solo sulla variante A ma sull'intera statale che si presenta a tratti senza corsie di emergenza, con gallerie poco illuminate, con guard rail pericolosi. «Come facciamo noi calabresi a stare sul mercato se le strade sono quelle che sono?» si chiede Di Lieto. E intanto per domani, 1 maggio, l'associazione per la difesa dei consumatori è pronta a percorrere tutta la SS 106, da Reggio Calabria fino alla Basilicata: «domani documenteremo tutti i tratti pericolosi. Qualcuno in questo Paese dovrà assumersi la responsabilità di aver regalato ai calabresi queste strutture che sono mortali».

 

Rossella Galati

 

 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio