sabato 22 giugno 2019 | 17:51
Cronaca

Caselli a Trame: «Falcone celebrato da eroe dopo morto»

Il magistrato ospite del festival in corso a Lamezia Terme: «Prima di morire fu vittima di numerose ingiustizie e falsità»

di Redazione

«La figura di Giovanni Falcone è una figura di coraggio, molto complessa, con alti e bassi, luci ed ombre. Lo ricordiamo tutti come un eroe, come un esempio, come un uomo eccezionale ma così lo ricordiamo soltanto dopo morto. Prima di morire, infatti, Falcone era stato vittima di svariate ingiustizie tra cui aggressioni, falsità e maldicenze. Trovandosi tutte le porte di Palermo chiuse in faccia, è stato costretto a rifugiarsi a Roma al Ministero della Giustizia, dove non smise di combattere. Così il magistrato Giancarlo Caselli intervenendo a Trame, festival dei libri contro le mafie che si tiene a Lamezia Terme fino a domani, nel corso della presentazione del libro a cura di Enzo Ciconte e Giovanna Torre, intitolato “L’uomo, il giudice, il testimone”.

Guarda anche

Miriam Molinaro testimonial della nazionale Special Olympics

Lamezia, sorpreso a rubare fili elettrici li scaglia contro gli agenti

Una messa sul luogo della tragedia per ricordare Stefania, Cristian e Nicolò

Lamezia, il Pd per le Comunali pensa alla figlia della parlamentare Ida d’Ippolito

Stop vaccini a Soveria. Comitato pro ospedale: «Basta appelli, scendiamo in politica»

Questa pagina usa i cookies. Accetto