Vibo Marina, Capitaneria e studenti liberano le spiagge dalla plastica

Sei chilometri di arenile verranno ripuliti grazie alla sinergia con l'Istituto Amerigo Vespucci. La giornata “plastic free” in programma il 24 maggio sarà presentata nella stessa mattinata di venerdì alla presenza del comandante del Porto Giuseppe Spera

di M LT
22 maggio 2019
16:03
80 condivisioni

C’è grande attesa per la prossima edizione della giornata di educazione ambientale Plastic Free GC, il 24 maggio, dedicata alla pulizia delle spiagge dalla plastica. Gli studenti dell’Istituto comprensivo di Vibo Marina Amerigo Vespucci, coordinati dai docenti e dalla dirigente scolastica Maria Salvia,  in collaborazione col personale militare in forze alla locale Capitaneria di Porto, si dedicheranno alla raccolta degli oggetti in plastica abbandonati sulle spiagge di Vibo e Bivona: un totale di sei chilometri di arenile, dove i ragazzi e i bambini potranno contribuire concretamente al risanamento ambientale, e testare il loro grado di sensibilità.

 

Una giornata nazionale

La giornata rientra nel novero dell’iniziativa lanciata e coordinata dal Comando generale del corpo delle capitanerie di porto: una campagna nazionale che gode del patrocinio di Wwf, Lega navale italiana, Associazione nazionale Marinai d’Italia, Legambiente, e che vuole sensibilizzare i cittadini di domani ad alzare il livello di attenzione sulla salute dell’ecosistema, incentivando azioni di contrasto alla dispersione delle microplastiche. A presentare nel dettaglio l’evento vibonese, venerdì mattina, prima del suo inizio, sarà lo stesso Comandante del Porto e Capo del Compartimento marittimo di Vibo Valentia, Capitano di fregata Giuseppe Spera. La conferenza stampa avrà luogo alle ore 9, nel piazzale antistante la Capitaneria della Guardia costiera di Vibo Marina.

 

Nuova dignità per le nostre spiagge

A seguire, spazio ai giovani e giovanissimi, al loro lavoro ed al loro entusiasmo, che si riverserà lungo tutti gli arenili che collegano i centri marittimi di Vibo e Bivona: liberandoli dalla plastica, si cercherà di restituirgli nuova dignità. A tutti, a ricordo della giornata, verranno distribuiti gadget ideati dalla Guardia Costiera, con il supporto del Gruppo Pubbliemme e dell’istituto Vespucci.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

M LT
Giornalista
Monica La Torre, padre calabrese e madre umbra, nasce a Tropea 50 anni fa. Nenache cinquenne, è costretta da un destino avverso ad emigrare in una ridente cittadina tra Assisi e Spoleto, nel regno di Don Matteo. Passa gli ultimi 46 anni a lamentarsi per questa sorte ria, senza riuscire a trovare una scusa valida per ri-trasferirsi. Di mestiere fa la nostalgica. Nei ritagli di tempo si è laureata, ha cambiato un numero imprecisato di lavori, ha imparato a memoria le uscite della Salerno Reggio Calabria, attraversato a nuoto lo stretto di Messina, rovinato la giovinezza con vent'anni di partita IVA. Senza merito alcuno, è circondata di persone belle, che ne sopportano il pianto greco da emigrata inconsolabile. E' malata di mare ed happy hour. Tutti sanno che convive con due vizi innominabili. Quella cosa con la quale non si mangia chiamata: ARTE, e quella cosa che in Calabria è meglio dimenticare, chiamata: NATURA. Crede che la bellezza salverà il mondo, ma non il suo, perché la rivoluzione delle coscienze avverrà 24 ore dopo il suo trasferimento "altrove". Non per questo, si incazza di meno con le "capre". Non ha avversione per il denaro: è il denaro che ne ha per lei.  
Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio