È ancora caos rifiuti, il sindaco di Gioia pronto a una nuova protesta

Il primo cittadino ha fatto sapere che gli accordi siglati qualche giorno fa con la Regione sono stati disattesi e dice: «Da domani barricate davanti al termovalorizzatore»

di Francesco Altomonte
19 novembre 2019
19:45
250 condivisioni

Problema rifiuti risolto? Neanche per sogno. A pochi giorni dall’accordo siglato (LEGGI QUI: https://lacnews24.it/ambiente/emergenza-rifiuti-strade-reggio-riapre-impianti-termovalorizzatore_103761/) in regione tra i sindaci della città metropolitana di Reggio Calabria e il governatore Mario Oliverio, la crisi è riaperta e ad annunciarlo è il primo cittadino di Gioia Tauro Aldo Alessio. L’amministratore ha convocato la stampa per fare sapere che gli impegni presi qualche giorno fa sono stati disattesi ed è pronto a fare le barricate davanti al termovalorizzatore. Alessio ha annunciato che domattina metterà davanti ai cancelli dell’impianto di contrada Cicerna gli autocompattatori comunali per impedire a chi arriva da fuori provincia di poter scaricare.
Il funzionamento a singhiozzo degli impianti di Gioia, Siderno e Reggio Sambatello sta mettendo in ginocchio non solo città come Gioia Tauro e Rosarno, che non hanno ancora attivato la raccolta differenziata, ma anche quei centri nei quali il porta a porta è ormai un sistema consolidato.
Per Alessio la colpa di un sistema, quello dei rifiuti, andato in tilt, è della Regione Calabria, chiamata adesso a prendere delle decisioni risolutive.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Francesco Altomonte
Giornalista

Francesco Altomonte è un giornalista attratto dal lato oscuro dell'animo umano. La cronaca nera è la sua passione, per questo motivo è ritornato a vivere in Calabria dopo 12 an...

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio