Contro il nuovo killer dei mari, parte il tour del Wwf Spiagge plastic free

Il viaggio dell’associazione partirà domani e proseguirà per tutto il mese di giugno toccando diverse località balneari anche in Calabria

sabato 2 giugno 2018
12:48
49 condivisioni

Partirà domani, domenica 3 giugno, il tour nazionale del WWF Spiagge plastic free, una maratona di eventi che coinvolgerà partner di alto profilo scientifico e tecnico, centinaia di volontari e cittadini uniti dallo stesso obiettivo: liberare alcune delle più belle spiagge italiane dall’invasione silenziosa della plastica. Questa rappresenta il 95% dei rifiuti del mar mediterraneo e ha dei primati incredibili di ‘resistenza’ nell’ambiente marino: una busta di plastica resta in mare fino a 20 anni, un bicchiere fino a 50 mentre un filo da pesca può durare fino a 600 anni.


Il tour Spiagge plastic free partirà alla vigilia di due date importanti internazionali, entrambe focalizzate sull’inquinamento da plastica: 5 giugno, Giornata Mondiale dell’Ambiente e 8 giugno, Giornata mondiale degli Oceani. In quella settimana il WWF ha previsto attività di informazione per il grande pubblico, al livello nazionale e internazionale. Partenza prevista domani dalla Sicilia con una madrina d’eccezione, Stefania Spampinato, attrice siciliana tra le nuove protagoniste della celebre serie fiction Grey’ s Anatomy e ispiratrice dell’iniziativa. Proseguirà poi per tutto il mese di giugno e toccherà decine di località tra cui le spiagge di Genova, Rimini, Ancona, poi Palidoro, Torre Flavia nel Lazio, Isola Gaiola nel Golfo di Napoli, Punta del Serrone vicino Brindisi, Oasi di Policoro in Basilicata, Capo Rizzuto, Saline joniche, Praia a mare in Calabria. In Sardegna spiagge pulite in Gallura.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: