Metalli pesanti e sostanze pericolose: sequestrata parte del depuratore a Gioia Tauro

L’impianto è stato oggetto di continue contestazioni da parte dei residenti della zone che lamentano emissioni nauseabonde

29 ottobre 2015
12:10
Condividi

Il personale della capitaneria di porto di Gioia Tauro ha sequestrato la quarta linea del megadepuratore di contrada Lamia di Gioia Tauro, che si occupa della depurazione degli scarichi fognari di undici comuni della Piana. Nella quarta linea dell’impianto vengono depurati sostanze provenienti da fuori regione che arrivano con autobotti a Gioia Tauro.

 

L’intervento è scattato dopo una serie di analisi effettuate con un laboratorio mobile del Comando generale delle Capitanerie di porto che hanno accertato l'emissione di sostanze pericolose e tra queste metalli pesanti.

 

L’impianto da anni è oggetto di continue contestazioni da parte dei residenti nella zona che lamentano proprio emissioni nauseabonde e in più di una circostanza hanno effettuato blocchi stradali e manifestazioni.

COMMENTI
Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio