In bici per la città, inaugurato il park'n'ride di Crotone

Il parco mezzi è composto da quarantotto bici. Previste tariffe agevolate per il servizio di bike sharing e vari tipi di abbonamento

di Giuseppe Laratta
domenica 3 giugno 2018
11:18
6 condivisioni

Dopo mesi di tira e molla e intoppi burocratici, a Crotone è stato finalmente inaugurato il servizio di park'n'ride. Sono due le stazioni attive: la prima in via Miscello da Ripe, e la seconda al Parco Pitagora, dove potranno essere utilizzate biciclette per visitare la città e lasciare l'auto. Il servizio è affidato all'associazione Ciclofficina Tr22o, giovani crotonesi che da sempre sono impegnati per lo sviluppo della mobilità alternativa, e che hanno fatto della bicicletta non solo una attività professionale ma soprattutto una passione, lanciando un positivo messaggio di come i giovani possano costruire positività che coinvolgono tutta la comunità.

 

Le due stazioni, situate in punti strategici della città, accolgono quarantotto bici, acquistate dall'amministrazione Comunale, di cui venti ecobike a pedalata assistita e ventotto tradizionali. Sono previste tariffe agevolate per il servizio di bike sharing, e previsti abbonamenti giornalieri, settimanali, mensili e semestrali proprio per agevolare la scelta di utilizzare un mezzo alternativo per vivere la città in maniera diversa e coinvolgente.

 

Nel corso dell'inaugurazione – alla quale hanno partecipato il sindaco Ugo Pugliese, gli assessori Giuseppe Frisenda e Sabrina Gentile, e i ragazzi di Ciclofficina - oltre al tradizionale taglio del nastro, non sono mancare le pedalate nel percorso di viale Regina Margherita con tanti bambini che hanno provato la gioia di potersi divertire in tutta tranquillità e sicurezza.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: