Escursioni al Parco nazionale dell’Aspromonte sulla linea della storia

Natura e aspetti storici s’incontrano lungo un percorso di circa 15 chilometri. Ecco tappe e modalità di partecipazione

di Redazione
giovedì 20 giugno 2019
12:17
12 condivisioni
Parco Aspromonte
Parco Aspromonte

Tra i piani di Zervò e lo Zillastro: “lungo la linea della Storia”. Debutta domenica 23 giugno con la prima tappa l’iniziativa “In Cammino nel Parco” ciclo di escursioni organizzate dall’Ente Parco nazionale dell’Aspromonte in collaborazione con le storiche e principali associazioni escursionistiche operanti sul territorio (Cai Club Alpino italiano sezione Aspromonte, Gente in Aspromonte, Gruppo Escursionisti Aspromonte e Amici di Montalto) e le Guide ufficiali del Parco, per vivere l’Area Protetta nel suo senso più autentico, alla scoperta di luoghi incontaminati con l’obiettivo di accorciare sempre più la distanza tra i cittadini della Città Metropolitana ed il Parco dell’Aspromonte.

I riferimenti storici

La prima escursione a cura del Gea Gruppo escursionisti d’Aspromonte, si sviluppa attraverso un itinerario di particolare valenza naturalistica e storico-archeologico, in tratti per lo più pianeggianti, e comincerà dal monumento edificato a ricordo dei caduti della Nembo al Piano Zillastro l’8 settembre 1943. Fu quella l’ultima battaglia combattuta da un reparto regolare del Regio Esercito Italiano contro le forze anglo-americane in Sud Italia. 

L’escursione

Si proseguirà poi verso la Contrada Palazzo di Oppido dove, in mezzo alla boscaglia, si trovano i resti di possenti mura di una piccola fortificazione, risalenti al IV Sec. a. C., la cui funzione era quella di controllare l’accesso alla montagna. L’itinerario continuerà verso i Piani di Zervò che ospitano l’ex Sanatorio, intitolato a Vittorio Emanuele III, inaugurato il 28 ottobre 1929 e adibito a Centro di cura e riabilitazione per gli ex militari della grande guerra affetti da tbc: il gruppo, dopo il pranzo a Sacco, riprenderà il cammino per far ritorno al Piano Zillastro. Per partecipare all’escursione è obbligatoria la prenotazione (email info@gea-aspromonte.it).

 

La valorizzazione dei luoghi

Le adesioni verranno inoltre raccolte presso la Sede Gea – Gruppo Escursionisti d’Aspromonte (Via San Paolo n. 58), dalle ore 19 alle ore 21 di venerdì 21 giugno. Il punto di ritrovo per i residenti della città di Reggio interessati all’escursione è piazza Castello alle ore 7.55 per poi trasferirsi alla partenza prevista per le ore 10 da Piano Zillastro. Il percorso lungo circa 15 km con un’altitudine massima raggiunta di circa 1170 metri, interpreta pezzi di storia fondamentali nel racconto dell’Aspromonte e nel vissuto delle sue comunità, cogliendo a pieno la scelta di avviare per la stagione estiva 2019 una serie di escursioni che possano svelare l’Area Protetta ai turisti e agli appassionati.

«Questa idea - ha spiegato il vice presidente dell’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte Domenico Creazzo - nasce dalla volontà di aggregare le nostre comunità, ridurre le distanze tra percezione e conoscenza del patrimonio ambientale e paesaggistico del nostro Parco. E’ un modo semplice e sostenibile per condividere con i cittadini della Città Metropolitana di Reggio ed i turisti la conoscenza dei nostri luoghi e valorizzare i percorsi sentieristici d’eccellenza».

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream