Emergenza rifiuti, Vibo Valentia autorizzata a conferire in discarica

VIDEO | Il sindaco Limardo convoca i giornalisti per rassicurare: «La crisi è alle spalle». E attacca nuovamente la Dusty 

di Agostino Pantano
venerdì 6 settembre 2019
17:41
61 condivisioni

Gli effetti a Vibo Valentia della crisi regionale nel settore dei rifiuti sono stati al centro di una conferenza stampa convocata dal sindaco Maria Limardo.

Le conseguenze della chiusura della discarica  di Crotone si sono fatte sentire, anche se il primo cittadino spiega che il peggio è alle spalle, vista la collaborazione offerta dal prefetto Francesco Zito e dalla Regione, che hanno autorizzato il conferimento presso altri siti.

 

Il sindaco, che era affiancato dagli assessori Giovanni Russo e Vincenzo Bruni, ha smentito il rischio di una emergenza sanitaria riferendo che la raccolta è andata in tilt solo per la plastica, l’indifferenziata e i cartoni.

 

Nell’incontro con i cronisti, il sindaco ha nuovamente criticato il servizio espletato dalla Dusty e ha annunciato che, a proposito del contratto che scade a gennaio, il Comune sta valutando se avvalersi o meno della clausola sociale da inserire nel futuro appalto.

 

In pratica l’amministrazione sarebbe intenzionata a non obbligare la nuova ditta che arriverebbe ad assumere i lavoratori dell’azienda uscente. Un altolà, che si accompagna alle notizie fornite sull’atteso via libera per la costruzione di nuove strutture, a Sant’Onofrio.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Agostino Pantano
Giornalista
Agostino Pantano, giornalista professionista, 43 anni, vive a San Ferdinando. È stato corrispondente dei quotidiani Gazzetta del Sud e Il Domani della Calabria. Dal 2006 al 2010 ha diretto la redazione di Gioia Tauro di Calabria Ora. Con altri colleghi, usciti dal giornale per contestare la linea editoriale, ha fondato Il Corriere della Calabria, un periodico e un sito on line per cui ha lavorato come redattore. Ha collaborato con Le Cronache del Garantista e L’Unità. Ha diretto il mensile A Sinistra e la Web Tv Pianainforma.   Dal 2010 al luglio 2016 è stato al centro di un caso giudiziario tra i più gravi nella storia del giornalismo italiano: processato due volte per la sua inchiesta sullo scioglimento per mafia del consiglio comunale di Taurianova, e in un caso per il reato di “ricettazione di notizie”, è stato assolto in entrambe le occasioni.   È componente del Consiglio nazionale dell’Unci (Unione nazionale cronisti italiani). È iscritto all’associazione “Articolo 21”. E’ laureato in Scienze Politiche con una tesi sulla storia del V° Centro siderurgico di Gioia Tauro.
Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream