In arrivo 12 milioni di euro in Calabria per il dissesto idrogeologico

VIDEO | Si interverrà anche per realizzare l'eterna incompiuta di Vibo Valentia: per la Tangenziale Est ci sono ben 8 milioni

di Agostino Pantano
7 settembre 2019
13:08
227 condivisioni

Il ministero dell’Ambiente, guidato da Sergio Costa, ha varato il decreto attuativo che distribuisce tra le Regioni i fondi per gli interventi contro il dissesto idrogeologico. Alla Calabria sono andati circa 12 milioni di euro, per 6 opere dislocate in 4 delle 5 province.  

In tutt’Italia sono 263 le opere piccole e grandi  finanziate attraverso un Piano stralcio da 315 milioni di euro.

Possono tirare un sospiro di sollievo ad Altilia Grimaldi (1.085.000 eruro) per il dissesto in località Maione.

Si potrà intervenire anche nel centro storico di Martirano Lombardo (800.000 euro).

A Melissa, invece, le opere serviranno per il completamento della regimentazione del torrente San Giacomo (940.000 euro).

Altre risorse verranno destinate per diversi interventi sulla costa crotonese (1.200.000 euro) e a Soveria Simeri (1.330.000 euro).

La parte del leone nei trasferimenti, comunque, l’ha fatta la provincia di Vibo Valentia. Il governo ha destinato i fondi per il completamento della Tangenziale Est (8.000.000 euro), una arteria nevralgica per la viabilità interna ed esterna al capoluogo, opera considerata da sempre un’eterna incompiuta.

Tutte le province calabresi hanno ricevuto qualcosa, tranne la Città metropolitana di Reggio che, forse, contro il dissesto idrogeologico procede con altre risorse, fuori da questo Piano.            

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Agostino Pantano
Giornalista
Agostino Pantano, giornalista professionista, 43 anni, vive a San Ferdinando. È stato corrispondente dei quotidiani Gazzetta del Sud e Il Domani della Calabria. Dal 2006 al 2010 ha diretto la redazione di Gioia Tauro di Calabria Ora. Con altri colleghi, usciti dal giornale per contestare la linea editoriale, ha fondato Il Corriere della Calabria, un periodico e un sito on line per cui ha lavorato come redattore. Ha collaborato con Le Cronache del Garantista e L’Unità. Ha diretto il mensile A Sinistra e la Web Tv Pianainforma.   Dal 2010 al luglio 2016 è stato al centro di un caso giudiziario tra i più gravi nella storia del giornalismo italiano: processato due volte per la sua inchiesta sullo scioglimento per mafia del consiglio comunale di Taurianova, e in un caso per il reato di “ricettazione di notizie”, è stato assolto in entrambe le occasioni.   È componente del Consiglio nazionale dell’Unci (Unione nazionale cronisti italiani). È iscritto all’associazione “Articolo 21”. E’ laureato in Scienze Politiche con una tesi sulla storia del V° Centro siderurgico di Gioia Tauro.
Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio