Da cementificio a inceneritore, a Marcellinara verranno bruciate 42mila tonnellate di rifiuti

VIDEO | Nell'ultima conferenza dei servizi la Regione ha dato parere favorevole al rilascio dell'autorizzazione che consente di aumentare i quantitativi di rifiuti da bruciare, a fronte di quelli contrari espressi dal Comune che ospita sul proprio territorio l'impianto e dall’Amministrazione di Tiriolo

di Luana  Costa
15 gennaio 2020
08:19
2106 condivisioni

Diventerà un co-inceneritore per rifiuti il cementificio Calme, situato alle porte di Catanzaro nel Comune di Marcellinara.

L'ultima conferenza dei servizi ha espresso parere favorevole al rilascio dell'autorizzazione con l'opposizione del sindaco di Marcellinara e di quello di Tiriolo.

«Abbiamo inteso mantenere ferma la nostra posizione che continua a essere quella di adottare un metodo precauzionale per i cittadini» - spiega il sindaco di Marcellinara, Vittorio Scerbo. «Noi avevamo anche proposto anche alcuni accorgimenti tecnici che andavano nella direzione di ridurre significativamente le emissioni e gli inquinanti, la conferenza dei servizi ha ritenuto di non doverne tenere conto e ora aspettiamo di leggere il provvedimento finale».

L'autorizzazione consentirà di aumentare la quantitià di rifiuti da bruciare: dalle 20mila tonnellate attuali alle 42mila circa all'anno richieste.

Nel corso della conferenza dei servizi il sindaco aveva chiesto adeguamenti stratturali per ridurre le esalazioni di ossido di azoto e di diossina, tuttavia, non accolti nella fase conclusiva.

Il timore adesso è che il co-inceneritore, con l'emergenza rifiuti sempre incombente, possa rappresentare una valvola di sfogo: «Ci sarà un co-inceneritore ma è necessario che a monte ci sia una strategia chiara da spiegare anche ai territori. Il Comune di Marcellinara in questo caso ha fatto sentire forte l'esigenza di agire a tutela della salute dei cittadini e dell'ambiente. Ora è necessario che ci siano anche le dovute spiegazioni su quello che sarà il futuro e su quelle che sono le strategie per questo settore».

Luana  Costa
Giornalista

Laureata con il massimo dei voti in Scienze della Comunicazione e della Conoscenza all’Università degli studi della Calabria di Cosenza, già a partire dall’anno successivo...

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio