Briatico come la terra dei fuochi: torna a bruciare la discarica abusiva

VIDEO | Diossina nell’area e residenti esasperati da una situazione che non sembra trovare soluzione. In fiamme rifiuti urbani e speciali, ingombranti e plastica. Mentre nell’area aumentano i casi di tumore

di Cristina Iannuzzi
30 agosto 2019
17:49
22 condivisioni
La discarica abusiva a Briatico
La discarica abusiva a Briatico

Ancora fuoco, fiamme e fumo nella discarica abusiva di San Leo di Briatico, lungo la strada provinciale numero 85. Una situazione preoccupante per l’ambiente e i cittadini di Briatico e delle sue frazioni, costretti a respirare diossina in una zona dove i casi di tumore si moltiplicano. Nell’area - di competenza dell’Arssa (Agenzia regionale per lo sviluppo e per i servizi in agricoltura) e che si estende per circa cinquemila metri quadri – concessa in comodato d’uso al Comune per realizzare un’isola ecologica (sequestrata a suo tempo), la bonifica non è mai stata avviata.

 

E dai ieri brucia di tutto: rifiuti urbani e speciali, ingombranti e plastica, con un odore indescrivibile che si avverte anche a diversi chilometri di distanza. Scatta così la protesta spontanea di alcuni cittadini di Briatico, che stamane si sono ritrovati davanti alla discarica abusiva per protestare contro una situazione vergognosa e che mette a rischio la salute di un’intera comunità. Chiedono la bonifica dell’intera area e la messa in sicurezza della zona anche con l’installazione di un sistema di videosorveglianza.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Cristina Iannuzzi
Giornalista
Cristina Iannuzzi è nata a Castrovillari (Cs) il 05/10/1977.Vive a Vibo Valentia dal 1992. E' cresciuta  a pane e televisione. La sua attività inizia sin dagli anni giovanili a Rete Kalabria, prima come speaker, poi come conduttrice e successivamente come giornalista di cronaca e d'inchiesta.  Tra le sue trasmissioni di maggior successo figurano i reportage dalle zone alluvionate delle Marinate di Vibo Marina, dove è stata tra le prime ad arrivare e a lanciare le prime immagini e i  servizi sulla rivolta  degli extra comunitari di Rosarno. Negli anni he anche collaborato alla "Gazzetta del Sud" e ad alcuni  periodici locali. Le principali regole del suo lavoro quotidiano sul fronte dell'informazione sono  la ricerca delle verità e della notizia.
Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio