Come nel vecchio West: “carovane” di tir e auto affrontano il guado Allaro

VIDEO INTERVISTE | A pochi metri dal ponte sulla 106, parzialmente inibito alla circolazione, uno sterrato non autorizzato viene sfruttato da automobilisti e camionisti per evitare il traffico dei percorsi alternativi. Ecco le loro voci...

di Ilario  Balì
giovedì 13 settembre 2018
13:19
241 condivisioni
Il guado per attraversare il fiume Allaro
Il guado per attraversare il fiume Allaro

Piuttosto che transitare da quel budello sulla 106 diventato un vero e proprio caso nazionale, automobilisti e camionisti hanno deciso di passare al piano B, attraversando il greto del torrente Allaro su uno sterrato non autorizzato a proprio rischio e pericolo. L’ipotesi di realizzare un guado alternativo al viadotto osservato speciale è stata definitivamente scartata. La costruzione infatti avrebbe tempi più lunghi rispetto a quelli prospettati da Anas.

Intanto presto inizieranno le opera di bonifica nell’alveo del torrente, che sarà ripulito da massi ed erbacce, mentre lunedì inizieranno i lavori di rinforzo delle pile 5 e 6 del ponte repubblicano. Per lo start vero e proprio dei lavori di ricostruzione servirà ancora aspettare.

Il contratto stipulato ieri a Roma con il Consorzio Valori Scarl per le opere in Calabria, consentirá di realizzare anche i lavori di ricostruzione del ponte Allaro (monarchico) e la realizzazione  di un guado provvisorio per il transito dei mezzi pesanti.

In attesa del prossimo incontro, nel quale la Città Metropolitana comunicherà gli esiti delle prove di percorribilità sulle strade provinciali 88 e 89, al fine di verificare la percorribilità dei mezzi pesanti con massa fino a 44 tonnellate, la Società RFI si impegna a  potenziare la linea ferroviaria incrementando le fermate mentre la ditta di autolinee Federico metterà a disposizione, per alcune fasce di utenza, dei bus di massa inferiore per il trasbordo delle persone durante il passaggio sul ponte.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Ilario  Balì
Giornalista
Trentatre anni, giornalista con una laurea in Scienze della Comunicazione conseguita presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università della Calabria. Sin da ragazzo il suo interesse è stato rivolto al giornalismo e alla comunicazione. A fine 2004 ha sostenuto il tirocinio universitario presso l’ufficio stampa del Comune di Reggio Calabria. Il contatto con un quotidiano vero e proprio nel 2006, da collaboratore con Calabria Ora (poi L'Ora della Calabria). La collaborazione si è intensificata dal 2010 fino alla chiusura (giugno 2014), periodo nel corso del quale alla normale attività di collaboratore è seguita quella di redattore. Da settembre 2015 a maggio 2016 ha collaborato come pagellista per la testata calciomercato.it. Da ottobre 2016 a maggio 2017 ha ricoperto l’incarico di redattore nel quotidiano regionale Cronache delle Calabrie, diretto da Paolo Guzzanti.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: