Alberi e rifiuti nelle fiumare, è allarme in attesa delle piogge

VIDEO | Gli alvei dello Sciarapotamo e del Vacale nella piana di Gioia Tauro sono invasi da una fitta vegetazione e dai rifiuti. Negli scorsi anni la furia dei due corsi d'acqua durante l'inverno ha provocato danni e morte, ma gli enti preposti continuano a non metterli in sicurezza

di Francesco Altomonte
12 settembre 2019
15:33
33 condivisioni
Rifiuti in una fiumara
Rifiuti in una fiumara

L'acqua marrone che scende impetuosa e porta via tutto ciò incontra sulla sua strada. Una scena che in Calabria si ripete senza soluzione di continuità, ogni volta che le piogge torrenziale si abbattono sui nostri territori e i torrenti si gonfiano a dismisura. Le catastrofi che si ripetono con sistematica tragicità sembra non abbiano insegnato nulla: prevenzione e progettualità sono termini del tutto sconosciuti in questa regione.

 

Siamo andati a sondare lo stato di salute di due fiumare nella piana di Gioia Tauro. Lo Sciarapotamo e il Vacale sono due corsi d'acqua che negli anni hanno prodotto devastazione e morte. Insieme al sindaco di Anoia abbiamo percorso un ampio tratto dello Sciarapotamo, all'interno del quale prospera una rigogliosa vegetazione. Cosa è cambiato dallo scorso anno? Sostanzialmente nulla: la fiumara è invasa da arbusti e piena di spazzatura.

 

Già, la spazzatura. Il torrente che attraversa Anoia e Melicucco è disseminato di rifiuti di ogni genere. Micro discariche sono presenti lungo tutto il corso del fiumiciattolo.

 

Pochi chilometri separano Anoia e Melicucco da Polistena, sul cui territorio scorre il Vacale. Dal crollo del ponte che porta lo stesso nome del torrente, nel 2011, morì Vincenzo Valerioti. E basta dare un'occhiata proprio dal ponte ricostruito e riaperto nel 2013, per renderci conto che alberi, canneti, piante crescono indisturbati all'interno dell'alveo della fiumara. Percorriamo un lungo tratto e anche qui, come sullo Sciarapotamo, c'è un'enorme mole di rifiuti scaricati sull'argine del corso d'acqua.

 

Incuria, inciviltà e mancanza di programmazione, quindi, viaggiano di pari passo, come una fiumara impazzita dopo una pioggia torrenziale. Prevenire tragedie è compito di chi amministra, le promesse della politica dopo ogni lutto e non bastano più.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Francesco Altomonte
Giornalista
Francesco Altomonte è un giornalista attratto dal lato oscuro dell'animo umano. La cronaca nera è la sua passione, per questo motivo è ritornato a vivere in Calabria dopo 12 anni di peregrinazione. Ama leggere, raccontare, investigare. Esattamente in quest’ordine. Per 10 anni è stato redattore nei quotidiani regionali “Calabria Ora” e “Garantista”, nonché corrispondente per agenzie di stampa e giornali nazionali dalla sua terra. Dal 2017 è corrispondente di cronaca nera e giudiziaria, dalla piana di Gioia Tauro, per la “Gazzetta del Sud”.
Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio