Corigliano-Rossano, il decalogo di “Libera” per i candidati

Il presidio di “Libera” di Corigliano-Rossano chiede un impegno ai candidati sindaco della nuova terza Città della Calabria: un appello forte per il quale, ora, si attende un riscontro da parte della politica

di Marco  Lefosse
venerdì 12 aprile 2019
10:48
54 condivisioni

Il Presidio di Libera Corigliano Rossano intitolato a “Mario e Gianluca Congiusta”  lancia un appello rivolto a tutti i candidati a Sindaco, in vista delle elezioni amministrative del prossimo 26 maggio 2019. Dieci punti, un decalogo della buona amministrazione volto a sensibilizzare la politica ad Operare coerentemente e per il bene del territorio, dedicare l’attenzione della comunità anche alle fasce più deboli, lavorando per il bene comune con trasparenza, legalità e responsabilità.

 

«I 10 punti – scrive il referente del presidio di Corigliano-Rossano, Gennaro De Rosa - dei quali invitiamo i candidati a tener conto nei programmi elettorali, illustrando, durante la campagna elettorale, le modalità attraverso le quali darne applicazione».

Ecco il decalogo di Liberache parte, ovviamente, dalla Legalità «rispettare i vincoli di legge che fissano un tetto massimo di spesa per la campagna elettorale»; Trasparenza «rendicontare pubblicamente le spese sostenute, permettendo di identificare la fonte delle risorse»; Attenzione e Prudenza «rifiutare qualsiasi forma di sostegno che condizioni la corretta azione amministrativa»; Responsabilità «rendere pubblici curricula, reddito e patrimonio, potenziali conflitti di interesse ed eventuali procedimenti giudiziari o condanne subite»; Rispetto e sobrietà «osservare un comportamento consono al ruolo pubblico e favorire la più ampia libertà di espressione»; Etica «promuovere l’adozione da parte dell’ente di un codice etico-comportamentale su modello della Carta di Avviso Pubblico. Impegnarsi, attraverso progetti, attività e incontri pubblici, per la crescita di una cultura etica di cittadinanza consapevole e responsabile e impegnarsi con particolare cura nei confronti delle giovani generazioni con periodici e costanti interventi nelle scuole e nei luoghi di aggregazione giovanile»; Contrasto alle mafie e alla corruzione «contrastare le organizzazioni mafiose e promuovere misure di prevenzione della corruzione mettendo in campo strumenti concreti di contrasto volti a dissuadere le organizzazioni criminali a infiltrare la vita economica, sociale e politica del nostro territorio»; Incoraggiamento e Sostegno «Supporto economico, attraverso esenzione del pagamento di tutti i tributi comunali, agli imprenditori che denunciano estorsione e usura»; No Azzardo «porre sotto strettissima attenzione il gioco d’azzardo, fenomeno che risulta strettamente connesso a forme diverse di criminalità, corruzione, evasione fiscale e allo sviluppo di stili di vita caratterizzati da dipendenza»; Welfare e Accoglienza «impegno nello sviluppare e accrescere i servizi sociali, educativi, culturali. Intenderli come risorsa qualitativa e non costo quantitativo. Sostegno a chi vive in condizioni di vulnerabilità favorendo accoglienza e integrazione dei migranti».

 

«Con il nostro appello – conclude Gennaro De Rosa - rinnoviamo l’invito ad un incontro pubblico su questi temi che riteniamo fondamentali – dichiara il Referente del presidio di Libera Corigliano Rossano, Gennaro De Rosa – per avviare un processo reale di cambiamento attraverso l’impegno di coloro che saranno gli amministratori della nuova città unica».

 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Marco  Lefosse
Giornalista
Sono Marco Lefosse, classe 1982. Giornalista pubblicista dal 2011 e Idealista nel DNA. Appena diciottenne scrivo alcuni brevi contributi sulla nuova esperienza della giovane destra calabrese per Linea, il giornale di Fiamma Tricolore diretto da Pino Rauti, e per i settimanali il Borghese e lo Stato. A gennaio del 2004 inizio a muovere i passi nei quotidiani regionali. Il mio primo “contrattino” da collaboratore lo firmo con il Quotidiano della Calabria. Nel 2006 lascio il Quotidiano e accolgo con entusiasmo l’invito dell’allora direttore de La Provincia Cosentina di  Genevieve Makaping ad entrare nella squadra della redazione ionica. Nel 2008 arriva il primo vero contratto giornalistico con Calabria Ora. Un’esperienza bellissima che ha forgiato e ben temperato la mia penna. Con onore ho lavorato, ininterrottamente fino al fallimento di questo splendido progetto editoriale nel 2014, per raccontare sempre e a tutti i costi le verità della mia città e del territorio. Parallelamente all’esperienza di Calabria Ora, nel 2011, il neo Sindaco di Rossano, Giuseppe Antoniotti, mi vuole come consulente nello staff dei collaboratori di fiducia. Nel luglio  del 2013, insieme alla collega Giusj De Luca (oggi anche mia splendida compagna di vita), fondo la CMP Agency, una giovane realtà di consulenza per la comunicazione ed il marketing. E nel gennaio 2014 proprio alla CMP è affidato il servizio di Ufficio stampa e Comunicazione istituzionale del Comune di Rossano. Ad Ottobre dello stesso anno, come consulente, seguo la campagna elettorale regionale del candidato Giuseppe Graziano. Dal 2014, chiusa la lunga parentesi dell’informazione con Calabria Ora, insieme alla nuova realtà di CMP Agency mi occupo esclusivamente di comunicazione istituzionale/commerciale e di marketing. Da Aprile 2018 fa parte della meravigliosa famiglia di LaC come corrispondente per i territori dell’alto Jonio calabrese e della neonata Corigliano-Rossano terza città della Calabria.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: