Pietrapaola, il paese isolato dove la gente scende sulla costa a piedi

Nella Sila Greca i lavori per la messa in sicurezza di un ponte lungo la provinciale 199 sono fermi da settimane e costringono i cittadini a rimanere isolati dal resto del territorio

giovedì 30 agosto 2018
12:30
354 condivisioni

13 chilometri di curve, strettoie e ponti. Sono quelli che dividono il piccolo borgo di Pietrapaola, nella Sila Greca, dalla Statale 106 e dal resto della Calabria. Un paesino di poco più di mille anime, che sta li, arrocato sulle lande della Costa ionica fin dall’età dei Bretti, che porta con se una storia millenaria, che custodisce bellezze naturali uniche al mondo e dove qualcuno aveva anche trovato il coraggio di fare impresa. Eppure durante l’ultima estate questo borgo ha accolto zero turisti.

Da più di 80 giorni, dal primo giugno scorso, infatti il paese è totalmente isolato a causa di alcuni lavori che stanno interessando uno dei ponti della Provinciale 199 che congiunge il centro storico alla marina. Oggi, chi dall’abitato di Pietrapaola deve raggiungere la costa deve prima salire in Sila e poi riscendere lungo il Trionto in un percorso di oltre 25 km di sole curve mentre i cantieri su quel ponte sono fermi.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: