La Panini riproduce il Codex

La storica Edizione Franco Cosimo Panini, infatti, ha edito cinque copie autentiche e fedeli del prezioso evangeliario miniato rossanese che così potrà fare il giro del mondo e arrivare nei più importanti musei del globo

martedì 11 settembre 2018
14:31
Condividi

Dalle figurine dei calciatori alla riproduzione del Codex Purpureus Rossanensis. È la nuova sfida nella quale si è cimentata Franco Cosimo Panini Editore e presentata stamani nella sala conferenze del museo diocesano e del Codex a Rossano. La storica casa editrice modenese, top class nelle riproduzioni grafiche e tipografiche e già autrice della riproduzione in facsimile della Bibbia di Borso d'Este, si è cimentata questa volta nella riproduzione fedele di Cinque copie uniche ed originali del prezioso manoscritto miniato, Patrimonio dell’Unesco.

 

Le copie avranno un duplice utilizzo: conservare nel tempo la memoria di uno dei monumenti viventi più importanti custoditi in Europa e promuovere nei contesti artistico-culturali internazionali la bellezza dell’evangeliario rossanese. Alla cerimonia del primo sfoglia pagina hanno partecipato l’Arcivescovo di Rossano-Cariati, Giuseppe Satriano, il Vescovo di Nicotera-Mileto-Tropea, Luigi Renzo, la direttrice della casa editrice Lucia Panini, il direttore del museo diocesano e del Codex, don Pino Straface, e numerosi tra studiosi e cultori del Codex.

 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: