Quell’intercettazione tra Leone Soriano ed Emanuele Mancuso

Il pentimento eccellente di Emanuele Mancuso, rampollo dell’omonima famiglia mafiosa di Limbadi e Nicotera, e la ricostruzione di una intercettazione agli atti dell’indagine “Nemea”, la stessa che mesi addietro fu preludio alla decisione di collaborare con la giustizia

lunedì 2 luglio 2018
13:53
Condividi

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: