Pesaro, omicidio di ‘ndrangheta a Natale

Morto Marcello Bruzzese,  fratello di collaboratore di giustizia. Anni fa era riuscito a scampare ad un agguato a Rizziconi

mercoledì 26 dicembre 2018
11:56
Condividi

Non era a Pesaro per scelta ma perché sottoposto a uno speciale programma di protezione in quanto fratello di collaboratore di giustizia Marcello Bruzzese, il 51enne calabrese ucciso ieri pomeriggio da due killer a volto coperto che gli hanno esploso contro 30 colpi di pistola mentre parcheggiava in garage sotto casa. Abitava con la famiglia in un'abitazione pagata dal ministero degli Interni. Una vera e propria esecuzione di stampo 'ndranghetista nel centro storico di Pesaro. E' la pista privilegiata dagli investigatori per l'uccisione di Marcello Bruzzese. Era già scampato a un agguato nel 1995 a Rizziconi in provincia di Reggio Calabria in cui morirono il padre Domenico e un cognato, marito di una sorella, mentre lui rimase gravemente ferito.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: